Maltempo e allagamenti: due dispersi a Genova e una donna morta a Carrara

L’ondata di maltempo che sta attraversando l’Italia, soprattutto le regioni del nord, continua a causare forti disagi in diversi comuni. La aree più colpite, anche in questa seconda perturbazione del mese, sono la Liguria e la Toscana, già di recente messe in ginocchio dal maltempo. Nella provincia di Genova due persone risultano ancora disperse da ieri mentre a Carrara una donna è rimasta bloccata in casa ed è morta dopo i soccorsi. Diversi Comuni oggi manterranno chiuse le scuole in via precauzionale.

MALTEMPO DA NORD A SUD: A ROMA CAOS TRAFFICO E ALLAGAMENTI

A Chiavari l’acqua ha invaso il centro storico raggiungendo livelli particolarmente preoccupanti: sono stati necessari alcuni gommoni per portare in salvo decine di persone rimaste in strada. Gli sfollati delle case evacuate hanno dormito nel palazzo del Municipio. A Carasco la piena del fiume Entella ha provocato una frana che ha travolto le persone all’interno delle loro case: due donne sono state trascinate dalla potenza delle acque fangose. Situazione critica a Genova dove una tromba d’aria si è abbattuta sui container del porto. Due persone, due coniugi anziani, sono ancora dispersi in zona Leivi. L’ultima a sentirli è stata la figlia ieri sera, introno alle 22.30. Nel Levante genovese sono all’opera circa 200 uomini dei vigili del fuoco con 65 mezzi. Le zone più colpite dal maltempo sono quelle di Lavagna, Chiavari, Carasco e lungo la valle del fiume Entella. La donna di Carrara che era stata soccorsa dopo due giorni passati in casa con l’anziana madre e i due cani, bloccata dopo il crollo dell’argine del fiume Carrione, è morta per un aneurisma cerebrale all’ospedale di Pisa, dove era stata trasportata dopo essere stata soccorsa. Le sue condizioni erano apparse da subito gravi. Il maltempo dovrebbe durare anche domani, poi nel week end è attesa una tregua.

METEO 10-16 NOVEMBRE: BEL TEMPO NEL WEEK END?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.