Brasile, inizia il processo ai cannibali: ecco la loro orribile storia

È iniziato in Brasile il processo ai cannibali. Scopriamo la loro orribile storia. Il contenuto dell’articolo è sconsigliato alle persone impressionabili poiché contiene dettagli cruenti. Attiravano ragazze offrendo un lavoro da babysitter. In seguito, come in un film horror, le uccidevano e ne mangiavano le carni. Il tutto, seguendo attentamente un rituale di magia nera. Dopo aver tritato i resti, li cucivano per farne empanadas di carne da vendere a bar e ristoranti limitrofi. Questo è quanto avveniva alla periferia di Garanhus, cittadina rurale nel Nord Est del Brasile. I cannibali in questione sono Jorge Beltrao Negromonte da Silveira, la moglie Isabel Cristina Pires e l’amante Bruna Cristina Oliveira da Silva (in foto).

Brasile, ecco la città abitata da sole donne: stanno cercando un uomo – LEGGI QUI

Il processo in corso li vede accusati di aver ucciso almeno tre donne di età compresa tra i 17 e i 31 anni. Le vittime venivano uccise a bastonate. La loro carne veniva in parte mangiata e in parte rivenduta. Nella loro orribile storia finisce vittima anche una bambina di cinque anni, che sarebbe proprio la figlia del capofamiglia.

Brasile, il video de Le Iene su Crackolandia – LEGGI QUI

La polizia ha rinvenuto nel retro della loro abitazione i resti di due donne. Gli agenti hanno anche trovato un diario dell’uomo, intitolato: Rivelazioni di uno schizofrenico. Qui raccontava tutti i rituali di magia nera e purificazione. Durante il processo ai cannibali, Negromonte si è dichiarato pentito. Che sia vero o un atto di situazionismo, lo stabiliranno i giudici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.