Mike Bongiorno: scomparsa la bara si attende la rivendicazione

Profanare una tomba è un atto che manifesta cinismo e lascia attoniti tutti. Questa notte è stata rubata la salma di Mike Bongiorno dal cimitero di Arona, il custode lo ha scoperto questa mattina e ha denunciato subito l’accaduto ai carabinieri, solo qualche ora dopo i familiari del noto presentatore hanno appreso la notizia.

Non vi è al momento nessuna rivendicazione, ma è fin troppo semplice immaginare che prima o poi verrà chiesto un riscatto prima di restituire la bara, come ipotizzano gli inquirenti.

Il parroco di Arona, dopo avere manifestato la sua solidarietà alla moglie e ai figli di Bongiorno, ha confessato di essere impaurito da tanto orrore. Una reazione comune a molti, mentre i militari della Scientifica indagano sul reato commesso. Nel frattempo, continuano i controlli nelle zone di Verbania e Novara, ma nessuno sembra avere visto niente.

Mike ha sempre fatto del bene e non si meritava questo affronto” ha commentato la famiglia del conduttore. Michele Bongiorno junior, primogenito di Mike, ha aggiunto: “Siamo sgomenti e increduli. Ci siamo raccolti in famiglia davvero sgomenti davanti all’accaduto. Non ci sono parole per commentare l’accaduto. Adesso ci sono le forze dell’ordine che se ne stanno occupando, noi non abbiamo davvero parole”.

Tra gli ex colleghi anche Iva Zanicchi, oggi europarlamentare del Pdl, che ha sottolineato quanto sia mostruosa un’azione del genere: “Spero solo che sia opera di uno o più pazzi da manicomio e che non ci siano riscatti o richieste di denaro”.

S.L.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.