Incendio all’ospedale San Donato di Arezzo

Arezzo, 20 febbraio 2011 – La scorsa notte una donna è rimasta gravemente ferita nell’incendio avvenuto all’ospedale San Donato di Arezzo. Era l’una e trenta circa e la paziente stava riposando, quando le fiamme sono divampate nella sua stanza, avvolgendo il suo letto.

La donna, una disabile straniera di 45 anni, era ricoverata dallo scorso venerdì, in una camera singola, nel reparto di medicina generale, a causa di una broncopneumopatia cronica ostruttiva con febbre.

Gli infermieri, richiamati dall’odore di fumo e dalle lamentele dei parenti di pazienti situati in camere adiacenti, si sono quindi precipitati nella stanza, dove hanno trovato la paziente in fiamme. L’incendio è stato domato con l’ausilio di un estintore e di alcune coperte. Sono intanto giunti sul posto i vigili del fuoco.

La donna ha riportato gravi ustioni al volto, al collo e ad una spalla. E’ stata intubata dai medici dell’ospedale, che ne hanno poi deciso il trasferimento in rianimazione, dove si trova tutt’ora in prognosi riservata. La causa dell’incendio potrebbe essere stata il sondino dell’ossigeno che avevano applicato alla paziente, ma tra le ipotesi non si esclude nemmeno la possibilità che a scatenare le fiamme sia stata una sigaretta.

La stanza è stata messa sotto sequestro. L’Asl 8, con la collaborazione della struttura di gestione del Rischio Clinico della Regione Toscana, vuole fare piena luce sulla vicenda, attraverso indagini e verifiche accurate.

Assunta De Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.