Miss Padania apre anche alle meridionali e “straniere”


Per i selezionatori del concorso di bellezza targato Lega Nord, anche una meridionale  e forse anche una “straniera” può rappresentare la bellezza del Nord. La ragazza straniera deve comunque dimostrare di essere divenuta italiana. Per poter partecipare alle selezioni di Miss Padania, i requisiti sono davvero minimi, e cioè: età di almeno 17 anni, dieci anni consecutivi di residenza al Nord e cittadinanza italiana. Al via dunque le belle ragazze figlie di genitori meridionali da tempo residenti al nord, e alle straniere divenute cittadine italiane.

Stefania Pucciarelli, una delle selezionatrici per la Liguria dichiara: “Si sono presentate diverse ragazze straniere, dal Marocco per esempio, ma mai nessuna è arrivata in finale”, sottolinea all’Adnkronos. Nel regolamento è riportato che Miss Padania è ” legata alle caratteristiche estetiche e culturali della tipica ragazza del Nord, elegante e realista, ancorata alle certezze e alla tradizione”.


Secondo indiscrezioni, sembrerebbe che ad aprire miss Padania anche alle meridionali sia stato proprio il Senatùr, Umberto Bossi. Infatti, il leader del Carroccio ha sposato una siciliana, conosce e apprezza la bellezza tipica mediterranea, e quindi  per rendere ecumenico il concorso e più serrata la gara ecco la decisione di aprire le porte anche alle “terrone”, purché residenti al Nord da almeno dieci anni. A stupire è l’abbattimento del muro che impediva di partecipare al concorso di bellezza alle ragazze straniere divenute italiane. Il tutto accadrà dal prossimo concorso.

E questa sera, presso il  Teatro Arcimboldi di Milano, per il tredicesimo anno, sarà incoronata la “reginetta nordica”, alla presenza dei nomi di spicco dello stato maggiore del Carroccio.


Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close