Referendum 2011, l’affluenza più bassa a Salerno

Il referendum abrogativo 2011, per cui si sta votando in queste ore sta riscontrando una grande risposta da parte dei votanti. Alle ore 14.00 infatti, il dato che esprime la percentuale di votanti era a 12 punti, è uno dei dati più importanti nella storia: l’affluenza alle urne più alta, ai primi dati, è stata riscontrata al referendum sul divorzio, in cui si recarono, nella prima mattinata di voto, ben il 17% degli aventi diritto. Dunque quello di oggi è un dato che fa ben sperare al raggiungimento del quorum, obiettivo principale. Infatti il referendum sarà considerato valido solamente se si recheranno alle urne il 50% più uno degli aventi diritto. L’affluenza più bassa si è registrata a Salerno, dove, fino alle 12.00 di oggi, ha votato solo l’8% degli aventi diritto.Per votare al referendum abrogativo è necessario avere compiuto il 18 esimo anno di età e recarsi al seggio con la tessera elettorale e un documento valido di riconoscimento. Siccome si tratta di un referendum abrogativo, agli elettori viene chiesto se sono favorevoli o contrari ad abrogare le norme, in riferimento a: privatizzazione dell’acqua, centrali nucleari in Italia e legittimo impedimento. Dunque tutti gli elettori che vorranno abrogare le suddette norme dovranno votare “sì”. Coloro invece che desiderano far entrare in vigore le stesse norme dovranno apporre una X sul quadrato con su scritto “no”.

C’è tempo per votare fino alle ore 22 di oggi, 12 giugno 2011, e domani, lunedì 13 giugno, dalle ore 07.00 alle ore 15.00. Dopo la chiusura dei seggi avrà inizio lo spoglio dei voti, e dunque si delinerà il futuro dell’intero Paese.

Sm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.