Due Terremoti in Piemonte, aggiornamenti: avvertite scosse anche in Valle D’Aosta

Oggi, 25 luglio 2011, la terra in Italia ha tremato ancora. Questa volta, le regioni colpite dal terremoto sono state quelle dell’Italia settentrionale. Una scossa di terremoto di magnitudo 4,3 della scala Richter si è verificata alle ore 14,32 in Piemonte. La scossa con epicentro a una profondità di 25 chilometri è stata registrata in val Chisone, in Piemonte, appunto. L’Istituto nazionale di geofisica ha specificato che i Comuni prossimi all’epicentro (44°28′ N e 7°28′ E) sono Cantalupa, Pinasca Dubbione e Cumiana nell’area tra Pinerolo e Villar Perosa, in provincia di Torino. Come spesso accade, la notizia è arrivata in tempo reale sui social network. Su Twitter in tanti dicono che la scossa è stata fortissima, alcuni ne hanno avvertite anche due. Infatti, un’altro terremoto è stato registrato dall’Ingv alle 15,29.Il sito dell’Ingv, riguardo all’ultima scossa, ha comunicato: Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico: Alpi_Cozie.
I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo.

Secondo le prime notizie, ci sarebbero stati dei danni in un’abitazione a Torino di corso Vercelli, segnalati alla Centrale dei carabinieri. La scossa è stata avvertita in maniera distinta a Torino, dove molta gente, in preda alla paura, è scesa per strada. Il sisma è stato avvertito in tutto il settore alpino occidentale dalla Valle d’Aosta al Ponente ligure. Il presidente della Regione Piemonte spiega che al momento non si segnalano danni importanti e che la Protezione civile è al lavoro e sono tenuto costantemente informato sull’evoluzione dell’evento.

Terremoto 25 Luglio, danni ad un’abitazione a Torino

Terremoto a Torino: ecco dove si è sentito, i commenti dei nostri utenti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.