Estorsione a Berlusconi: arrestato Tarantini

Secondo le ultime notizie, la Digos della Questura di Napoli, insieme a quella di Roma, avrebbe arrestato Giampaolo Tarantino e la moglie Angela Devenuto, entrambi 34 enni. Il reato sarebbe stato quello di estorsione ai danni del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. L’inchiesta che ha portato alle manette per Gianpaolo Tarantini, l’imprenditore di Bari che già nel 2008 era balzato alle cronache per aver portato Patrizia D’Addario a Palazzo Grazioli, era già stata anticipata, qualche giorno fa, da “Panorama”.

Secondo quanto ha scritto il settimanale, la procura avrebbe iscritto nel registro degli indagati più persone: tra loro c’è anche  Valter Lavitola (al momento latitante), direttore ed editore del quotidiano online Avanti!. Secondo Panorama, l’estorsione ai danni di Silvio Berlusconi sarebbe consistita in un versamento di 500 mila euro a Tarantini e in altre somme versate ogni mese. C’è da dire che lo stesso presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha negato di essere vittima di un’estorsione. Da quanto rivela il settimanale Panorama, sembrerebbe che la procura di Napoli ipotizzerebbe che Tarantini abbia ricevuto il compenso per continuare a dichiarare, nel processo barese in cui è indagato, che Berlusconi non sapeva di ospitare alle sue feste escort prezzolate dallo stesso imprenditore pugliese. Secondo l’accusa, quei soldi servivano per convincere Gianpaolo Tarantini a scegliere la strada del patteggiamento in un procedimento in cui sarebbe l’unico imputato. L’editore e direttore de L’Avanti!, Valter Lavitola, secondo la procura di Napoli avrebbe fatto da mediatore e trattenuto per sè “parti consistenti” delle somme pagate da Silvio Berlusconi, “impiegandole in diverse società a lui direttamente riferibili“.

 

One response to “Estorsione a Berlusconi: arrestato Tarantini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.