Sciopero dei mezzi a Roma, oggi 3 ottobre 2011 trasporto pubblico bloccato

E ci risiamo. Anche oggi lunedì 3 ottobre 2011 Roma sarà travolta dall’ennesimo sciopero dei mezzi. Trasporti bloccati e traffico: questa la previsione per l’ennesima giornata caratterizzata da uno sciopero. Sarebbe bello vedere prima o poi scioperare anche gli abitanti di Roma che ogni mese si trovano a fare i conti con il blocco dei trasporti. L’ultimo in ordine di tempo infatti è stato il 6 settembre 2011, neppure un mese fa quindi. E domani si ricomincia. Come sempre difficile parlare di orari ma visto l’inizio della scuola e il ritorno alla “normalità” dovrebbero essere garantite le fasce di sicurezza. I disagi dovrebbero essere dalle 8,30 di domani mattina alle 17,00. La situazione dovrebbe tornare poi alla normalità fino alle 20,00 dopo quest’ora ci potrebbero essere di nuovo problemi. Vediamo comunque nel dettaglio gli orari.

Lo sciopero è indetto dall’ Usb Lavoro privato-Comparto trasporti.Come accade in questi casi sono a rischio le due linee della metropolitana che potrebbero essere chiuse, i bus e i tram in superficie. Ma non è tutto nella protesta sono coinvolte anche le ferrovie urbane Roma Lido, Termini Giardinetti e Roma Civita-Castellana Viterbo, le linee periferiche gestite da Roma Tpl, i trasporti regionali gestiti da Cotral.
E scioperano anche il personale viaggiante e interno, compresi addetti alla verifica dei titoli di viaggio, addetti ai parcheggi, ausiliari del traffico e lavoratori delle biglietterie.

La morale della fiaba è sempre la stessa: se dovete uscire domani fatelo nelle fasce di garanzia altrimenti se potete evitare non uscite da casa! Potete prendere la macchina certo ma il traffico è assicurato.
Per tutti gli aggiornamenti è possibile sempre consultare il sito dell’Atac che darà tutte le informazioni in tempo reale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.