Sara Anzanello campionessa del volley in fin di vita: serve un fegato

Sara Anzanello ha bisogno di un fegato per continuare a essere la grade campionessa di volley che tutti conosciamo. Lei sta lottando per vincere una nuovo set, quello più difficile, il match point però può farlo insieme ai medici e a un nuovo fegato che potrebbe servirle per continuare a vivere. Mentre scriviamo nell’ospedale di Milano dove è ricoverata potrebbe essere arrivato un fegato per lei, non lo sappiamo, ma speriamo che questa ragazza di 32 anni torni a sorridere e a vestire la divisa di una campionessa di volley. Ieri sera le condizioni erano gravi, prognosi riservata, ma i familiari e gli amici erano e sono comunque fiduciosi: Sara è forte e deve continuare a combattere.

L’Anzanello attualmente in forza all’Azerrail Baku, in Azerbaijan, martedì si sarebbe sentita male all’improvviso. Sarebbe stata dapprima ricoverata all’ospedale della capitale Baku, quindi trasportata in Italia. I problemi al fegato negli ultimi tempi avevano costretto Sara a controlli accurati, prima a Baku e poi a Istanbul in Turchia. Secondo le indiscrezioni Sara avrebbe una forma grave di epatite che necessita un trapianto di fegato immediato.

I medici italiani non appena si sono resi conto della gravità della situazione avrebbero chiesto alla famiglia la possibilità di fare un trapianto: sarebbe questa l’unica speranza di Sara per continuare a vivere. Sono ore di grande angoscia e attesa queste per la famiglia della campionessa ma anche per tutti i suoi tifosi che da anni la seguono con passione.

Chissà che proprio in questi minuti non sia arrivato un nuovo fegato per lei. Forza Sara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.