Torino, ragazzina si butta dal settimo piano dopo gli insulti sul web

A.C., queste le inziali della ragazzina che questa notte si è suicidata buttandosi da una finestra del settimo piano, nel palazzo dove abitava a Venaria Reale, Torino. 14 anni e troppa fragilità forse per potere sostenere gli insulti ricevuti sul web, uno dietro l’altro.

Dopo il sequestro del suo pc per permettere ai carabinieri di indagare sulla sua morte, sembra emergere che la ragazzina di Torino di soli 14 anni sia stata oggetto di insulti da parte dei suoi coetanei. Era una adolescente dall’aspetto gracile, questo il motivo che ha spinto ragazzini privi di sensibilità ad offenderla con messaggi postati in particolare sul già tristemente noto social network ask.fm.

Il corpo della ragazza è stata trovato questa mattina alle 6; A.C. giaceva nel giardino condominiale del palazzo dove abitava a Venaria Reale. Ma in base alla testimonianza di uno dei condomini sembra che la tragedia sia avvenuta alle 2 di notte, quando una vicina ha sentito un tonfo.

In base alle prime ricostruzione su cui i carabinieri stanno ancora lavorando deve essere salita al settimo piano per poi gettarsi nel vuoto da una finestra del palazzo.

“Cesso, vatti a nascondere, dimostri dieci anni, sei la vergogna del 2000”; questo uno dei messaggi che non merita commento trovato nel pc della ragazzina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.