Torino, temporale allaga sottopasso: operaio di 51 anni muore annegato

torino, operaio muore annegato in un sottopasso

A Torino un operaio di 51 anni è morto annegato nel sottopassaggio della ferrovia Canavesana tra Feletto e Rivarolo. Stando alle ultime notizie, l’uomo è rimasto bloccato nella sua auto mentre stava tornando a casa dal lavoro. Un violento temporale ha allagato il sottopassaggio, senza dare la possibilità alla vittima di uscire dal suo veicolo. Al momento, sull’accaduto stanno indagando i carabinieri. Sappiamo, inoltre, che l’operaio era riuscito a chiamare i soccorsi, ma il loro intervento è risultato inutile. Nel frattempo, anche tre passanti hanno tentato di aiutare il 51enne gettandosi in acqua.

TORINO, UOMO DI 51 ANNI MUORE ANNEGATO NELLA SUA AUTO DURANTE IL TEMPORALE ULTIME NOTIZIE: IL SOTTOPASSAGGIO ALLAGATO HA CAUSATO LA MORTE DELL’OPERAIO

A Torino un violento temporale ha allagato il sottopassaggio della ferrovia Canavesana tra Feletto e Rivarolo. L’uomo di 51 anni, Guido Zabena, purtroppo ha perso la vita dopo essere rimasto bloccato nella sua auto, una Fiat Panda, proprio mentre si stava abbattendo il temporale. In brevissimo tempo, il sottopassaggio si è allagato e l’operaio non ha avuto la possibilità di uscire dalla propria vettura. Il tutto è avvenuto intorno alle ore due di questa notte. Dalle ultime notizie sappiamo che l’uomo era riuscito a chiamare i soccorsi. Ma l’intervento del 118 e dei vigili del fuoco è arrivato troppo tardi, rivelandosi inutile. Quando ha imboccato il sottopassaggio, il 51enne non si sarebbe reso conto dell’altezza dell’acqua, restando dunque bloccato nel punto più basso. Qui non sarebbe riuscito più a tornare indietro e ad aprire le portiere dell’auto su cui stava viaggiando per far ritorno a casa. L’operaio è così morto annegato, mentre la sua vettura iniziava a imbarcare acqua, non lasciandogli più scampo. Tre ragazzi di Lusigliè hanno visto quanto stava accadendo al povero Zabena, tanto che hanno cercato di raggiungere a nuoto l’auto per aiutarlo. Purtroppo non ce l’hanno fatta. Ora il corpo dell’operaio, morto annegato durante il violento temporale, è stato trasportato all’ospedale di Cuorgnè a disposizione della procura. Sappiamo che attualmente i carabinieri della compagnia di Ivrea stanno indagando su quanto accaduto nel sottopassaggio della ferrovia Canavesana tra Feletto e Rivarolo, in provincia di Torino.

Intanto, il sindaco di Rivarolo Canavese, Alberto Rostagno, ha dichiarato: “Nello stesso momento in cui si allagava il sottopasso esondavano anche due rogge nelle borgate e gli uomini stavano facendo il giro per mettere tutto in sicurezza. Tragedie del genere non dovrebbero mai accadere”. Vi sono tre pompe che entrano in funzione nel sottopassaggio, quando si verificano situazioni del genere. Ma a quanto pare non sono bastate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.