Omicidio Chiaravalle: l’anziana probabilmente conosceva l’assassino

indagini morte emma grilli a chiaravalle

Le indagini sull’omicidio a Chiaravalle di Emma Grilli si tingono sempre più di giallo. L’85enne è stata trovata morta martedì mattina 17 luglio nel suo appartamento di via Verdi 9. L’autopsia sarà effettuata nella mattinata di oggi e dalle ultime notizie sappiamo che è iniziata alle ore 9 e che verrà eseguita a Torrette dal medico legale Marco Valsecchi. I Ris di Roma, nella giornata di ieri, hanno analizzato tutta l’abitazione della donna, al fine di trovare del materiale utile per risolvere il caso. Alcuni dettagli fanno pensare che la vittima conoscesse il suo assassino.

INDAGINI OMICIDIO DI CHIARAVALLE ULTIME NOTIZIE: I DETTAGLI FANNO PENSARE CHE LA DONNA CONOSCESSE IL SUO ASSASSINO

A Chiaravalle le indagini sull’omicidio di Emma Grilli, l’85enne trovata morta nella sua abitazione, procedono. Dalle ultime notizie sappiamo che i Ris di Roma hanno esaminato l’abitazione, per trovare degli elementi utili per risolvere il caso. Ora procederanno con l’uso di luminol e altre apparecchiature per rilevare le tracce lasciate dall’assassino. Attualmente il fascicolo resta aperto contro ignoti. Tra le diverse piste che gli inquirenti stanno seguendo, vi è quella del delitto a seguito di una rapina finita a male. Al momento nessuna ipotesi viene esclusa. L’85enne è stata trovata in cucina a terra, ma pare che il marito l’abbia trovata accasciata sul lavabo. L’aggressione potrebbe essere avvenuta in mezzo all’appartamento, precisamente nella sala da pranzo. Probabilmente nel tentativo di fuggire, Emma Grilli ha percorso il tratto di casa che la separava dalla cucina, in quanto a terra sono state trovate delle macchie di sangue che formano una scia. Sul corpo della donna è stata trovata una grossa ferita sul collo. Ancora non si sa che tipo di arma abbiano utilizzato, solo dopo l’autopsia ci sarà qualche certezza. Il medico legale esaminerà la ferita e potrà così fornire ulteriori dettagli sulla modalità del delitto.

LA DINAMICA DEL DELITTO DI CHIARAVALLE: GLI INQUIRENTI ANALIZZANO OGNI DETTAGLIO

A ritrovare la donna senza vita è stato il marito Alfio Vichi di 90 anni. L’85enne è morta qualche ora prima dell’arrivo del medico legale, il quale è giunto sul posto alle ore 13.15. Pertanto, Emma Grilli potrebbe essere morta intorno alle 9. I carabinieri del Reparto Operativo di Ancona concentrano le loro indagini su altre persone, tanto che nelle vicinanze sono stati cercati degli indumenti macchiati di sangue. Al momento, però, le ricerche non hanno avuto alcun risultato. La porta di casa non presenta segni di effrazione. Dunque si pensa che la donna abbia aperto a qualcuno che già conosceva. L’abitazione è stata trovata a soqquadro: cassetti aperti e oggetti spostati. Non si sa con esattezza cosa manchi in casa, fatta eccezione per un gruzzolo di 570 euro, che la donna aveva fatto prelevare per sistemare una cappelletta di famiglia al cimitero. I carabinieri, però, non hanno ancora confermato questo dettaglio. Verranno analizzati anche i tabulati del telefono di casa, al fine di vedere quali chiamate abbia ricevuto quella mattina la donna. Inoltre, verranno esaminate anche le telecamere della zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.