Aggredita Daisy Osakue, nigeriana atleta in Italia: “Provo tanta rabbia, ma andrò a Berlino”

daisy osakue, aggredita discobola nigeriana

Daisy Osakue è stata aggredita, colpita da due uomini che le hanno lanciato uova da un’auto in corsa, mentre stava attraversando la strada. La 22enne discobola torinese, di origini nigeriane, stava trascorrendo una serata con gli amici a Moncalieri. Stando alle ultime notizie, la giovane sportiva è stata, in particolare, colpita a un occhio. L’azzurra è stata subito trasportata all’ospedale Oftalmico di Torino. Gli Europei di Berlino iniziano tra una settimana, ma la Osakue rassicura tutti gli italiani affermando che la sua partecipazione non è a rischio.

AGGREDITA DISCOBOLA ITALIANA DI ORIGINI NIGERIANE ULTIME NOTIZIE: DAISY OSAKUE ANNUNCIA CHE PARTECIPERÀ AGLI EUROPEI DI BERLINO

Daisy Osakue rassicura tutti i suoi fan, rivelando che prenderà comunque parte agli Europei di Berlino, che prenderanno inizio tra una settimana. Dopo l’aggressione subita dopo la mezzanotte tra domenica e lunedì, la sua partecipazione sembrava a rischio. All’ospedale Oftalmico di Torino è stato riscontrato il danno al’occhio sinistro ed è stata messa in programma una pulizia chirurgica. L’aggressione, col sospetto di razzismo, è stata eseguita da due giovani delinquenti. Si pensa che quest’ultimi siano gli stessi segnalati per episodi simili a Moncalieri nei giorni scorsi. I malviventi hanno colpito in piena faccia la discobola di origini nigeriane con delle uova, lanciate da una macchina in corsa. Daisy Osakue ha fatto il salto di qualità andando ad allenarsi in Usa. Non molla e annuncia di essere pronta a partecipare agli Europei di Berlino. L’intervento alla cornea non dovrebbe impedire la sua partecipazione. Ma sappiamo che deve stare almeno due giorni a riposo.

È nata in Italia da due genitori nigeriani ed è probabilmente questo il motivo per cui i due delinquenti avrebbero deciso di colpirla. Al momento, però, la polizia di Moncalieri esclude l’aggressione a sfondo razzista. “Provo tanta rabbia, ma andrò a Berlino. Potrò ricominciare ad allenarmi mercoledì”. Così, la Osakue annuncia che prenderà comunque parte agli Europei di Berlino. L’azzurra chiede alle forze dell’ordine di trovare i due giovani delinquenti. “E’ stata una bravata premeditata. Movente razzista? Non lo escludo. Mi hanno puntato e poi hanno mirato al viso”, dichiara in queste ultime ore la 22enne. Daisy è figlia di due atleti, emigrati in Italia. Il papà è judoka, mentre la mamma giocatrice di pallamano. Nel 2011, ha vinto anche il titolo Cadette nei 60hs indoor. Dopo di che, è passata al peso e al disco, trovando il successo a livello nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.