Matera, accertati batteri nell’acquedotto: scuole chiuse, stop acqua potabile

matera, accertati batteri nell'acquedotto

A Matera è stato accertato il superamento dei parametri dei batteri coliformi a 37 gradi centigradi del partitore Terlecchia-Matera. Pertanto, stando alle ultime notizie, tutte le scuole sono state chiuse. Non solo, è vietato a tutti i cittadini di utilizzare l’acqua potabile erogata da Acquedotto Lucano, per usi sia igenici che alimentari, a meno che non venga prima bollita a 100 gradi tra i 3 e i 5 minuti. Fino a diversa disposizione, bisognerà rispettare questa ordinanza emessa dal sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, dopo la comunicazione inviata nella serata di ieri dal Dipartimento prevenzione collettiva della salute umana.

MATERA, STOP ACQUA POTABILE E SCUOLE CHIUSE ULTIME NOTIZIE: ACCERTATI BATTERI NELL’ACQUEDOTTO LUCANO

Questa mattina, venerdì 19 ottobre, il sindaco di Matera ha emesso un’ordinanza cautelativa di divieto che riguarda tutto il territorio comunale. I cittadini non potranno utilizzare, per fini potabili, l’acqua erogata da Acquedotto Lucano. Si dovrà rispettare questa regola fino a diversa disposizione, in quanto è stato constatato un “superamento dei parametri dei batteri coliformi a 37 gradi centigradi del partitore Terlecchia-Matera”. Non solo, dalle ultime notizie sappiamo che è anche prevista la chiusura di tutte le strutture scolastiche della città. Nella nota diffusa dall’ufficio stampa dell’amministrazione comunale è anche stato rivelato che “Acquedotto Lucano provvederà all’immediata istituzione di idonei servizi alternativi di consegna di acqua potabile mediante autobotti e/o acqua in confezione originale”. Il sindaco Raffaello De Ruggieri ha emesso l’ordinanza dopo la comunicazione inviata nella serata di ieri, precisamente alle ore 21.59, dal Dipartimento prevenzione collettiva della salute umana Uoc per l’igiene degli alimenti e della nutrizione. Tale comunicazione informa l’amministrazione comunale dell’accertato superamento dei parametri di batteri coliformi. Per tale motivo, il sindaco ha disposto che l’ordinanza sia inviata alla Presidenza della Regione Basilica, al Dipartimento regionale della Salute sicurezza e solidarietà sociale all’Arpab, all’Asm, ad Acquedotto Lucana e al Dipartimento regionale ambiente ed energia. Ora i cittadini di Matera dovranno rispettare l’ordinanza emessa dal sindaco, allo scopo di tutelare la loro salute, fino a diversa disposizione.

Ricordiamo che il limite di legge per questo tipo di batteri è di 0 Ufc/Ml. Le analisi di laboratorio sappiamo che hanno registrato il valore 92 ml/ufc. La nota diffusa dall’ufficio stampa dell’amministrazione comunale, inoltre, sottolinea che Acquedotto Lucano “provvederà all’immediata istituzione di idonei servizi alternativi di consegna di acqua potabile mediante autobotti e/o acqua in confezione originale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.