Bolzano, ragazza di 16 anni violentata in pieno giorno di ritorno da scuola

bolzano ragazza 16 anni violentata

Un terribile caso di cronaca arriva da Bolzano, dove lunedì 6 maggio una ragazza di 16 anni è stata violentata in pieno giorno di ritorno da scuola. Erano circa le ore 2 del pomeriggio, la giovane stava tornando a casa e stava percorrendo la strada vicina al fiume Isarco, nelle vicinanze dello stadio Druso. E’ stata dunque assalita da due persone che l’hanno spinta nella vegetazione circostante abusando di lei senza pietà. Una volta terminata l’aggressione sessuale, i due sono fuggiti via lasciando la ragazzina incosciente a terra.

Bolzano, ragazza di 16 anni violentata di ritorno da scuola: isolato il dna dei due aggressori

La polizia ha in mano il dna dei due aggressori, e in base alle testimonianze della giovane, è in cerca di due persone. A violentare la 16enne sarebbero stati due ragazzi di 22 e 27 anni, di origine nigeriana. Potrebbe trattarsi di due senza fissa dimora. La procura sta coordinando l’inchiesta al fine di chiarire la dinamica dei fatti e mettere in manette gli aggressori della minore. Gli agenti della squadra mobile sono sulle tracce dei due, coordinati dal dirigente Giuseppe Tricarico.

La dinamica dei fatti: ecco come è avvenuta la violenza sessuale ai danni della 16enne

Secondo quanto ricostruito, la ragazza di 16 anni stava tornando da scuola, come probabilmente faceva ogni giorno. Due uomini l’avrebbero avvicinata dicendole qualcosa per poi agire. Avrebbero dunque spinto la 16enne in mezzo alla vegetazione abusando di lei a turno, senza alcuna pietà. La ragazzina, a seguito dell’aggressione sessuale, è stata lasciata priva di sensi tra le frasche. Dopo un po’ si è ripresa ed è riuscita a raggiungere nuovamente il sentiero che stava percorrendo. A quel punto dei passanti hanno provveduto a soccorrerla. Sono state contattate sia le forze dell’ordine che il 118.

A sorprendere è il fatto che i due abbiano agito non solo in pieno giorno, ma anche in una zona abbastanza centrale. I cespugli tra i quali si è consumata la terribile violenza sessuale ai danni della ragazzina si trovano sotto la pista ciclabile, non lontano dalla questura.

Purtroppo in Italia episodi del genere non sono poi così rari. Di non molto tempo fa è la notizia della ragazza violentata presso la stazione della Circumvesuviana. La giovane era stata seguita dai suoi aggressori fino all’ascensore della stazione, per poi essere violentata con inaudita violenza dai tre. Per leggere la notizia dell’accaduto, clicca qui. Non ci resta che attendere ulteriori aggiornamenti su questo nuovo caso di stupro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.