Ondata di maltempo al Nord Italia: le città a rischio

maltempo nord italia

In questi giorni un’ondata di maltempo ha colpito il Nord Italia e molte sono le città a rischio già da un paio di giorni. Nonostante ci sia stato un ritorno dell’alta pressione africana, l’Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale), fa sapere che in piemonte è ancora allerta meteo soprattutto nell’area al nord del Po. Dunque sui settori montani e pedemontani settentrionali e occidentali, ma anche sulle vicine pianure, sono previste ancora piogge intense nei prossimi due giorni. Questa mattina ci sarà una pausa ma in giornata torneranno i temporali. Anche le temperature caleranno un po’ a causa di questa ondata di maltempo al Nord Italia. Nelle scorse ore forti precipitazioni sono state registrate a Torino insieme a raffiche di vento. Scopriamo quindi come procederà questa ondata di maltempo.

ONDATA DI MALTEMPO AL NORD ITALIA: COSA SUCCEDERA’ NEI PROSSIMI GIORNI?

Nei giorni scorsi il maltempo ha colpito il Nord Italia con diversi temporali. Da IlMeteo.it fanno sapere che, tra mercoledì 3 e giovedì 4 luglio 2019, la struttura anticiclonica africana subirà una flessione molto evidente. Dunque si presenterà tra oggi e dopodomani un aumento dell’instabilità al Nord Italia. Le regioni settentrionali registreranno delle temperature più basse rispetto a quelle dei giorni scorsi. Nelle zone coinvolte da piogge e temporali, si potrebbe arrivare al di sotto dei 30 gradi. Il clima sarà più ventilato e le temperature più sopportabili. Quanto durerà il maltempo al Nord Italia? Si tratterà di una situazione del tutto temporanea. Già dal prossimo weekend l’anticiclone africano si farà sentire nuovamente, portando di nuovo a temperature molto elevate.

MALTEMPO IN ITALIA DAL 9 LUGLIO: FINISCE L’ESTATE?

Intanto da IlMeteo.it fanno sapere che la prossima settimana una nuova ondata di maltempo potrebbe arrivare in Italia, soprattutto al Centro Nord. Questo a causa dell’avvicinamento del Ciclone Nord Atlantico, che può portare a temporali, trombe d’aria, grandinate, addirittura neve sulle montagne. Questo comporterebbe un ovvio calo delle temperature, anche molto evidente. Tutto questo potrebbe accadere dalle giornate del 9-10 luglio. Sono questi i giorni più a rischio, con eventi meteorologici anche di forte intensità.

Come abbiamo detto, questa situazione riguarderà il Centro Nord Italia. Ad essere interessate dal maltempo potrebbero essere Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna. Le temperature potrebbero crollare in maniera molto evidente anche di 10/15 gradi, e sulle Alpi, a quote relativamente basse, può tornare la neve sui 2200-2400 metri. I Venti di Bora e Maestrale saranno molto forti, i mari molto agitati, mossi. In particolare la situazione riguarda il mare di Sicilia e Sardegna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.