Giuseppe Conte in diretta anche a Live-Non è la d’Urso: “Adottare misure che non favoriscano il contatto”

In uno studio totalmente vuoto Barbara d’Urso apre la puntata di Live-Non è la d’Urso nel silenzio dello studio. “Non mi era mai capitato in 43 anni di televisione” ha detto la conduttrice che ha annunciato poi un collegamento con Giuseppe Conte. Ma con l’aumento del numero dei casi contagiati di coronavirus, le misure sono state tante e anche quella di evitare che il pubblico sia in uno studio chiuso, è tra queste.

Live è un programma di intrattenimento ma la conduttrice ci tiene a dare un aggiornamento in merito a quello che sta succedendo. E così Giuseppe Conte dopo esser stato in collegamento in diretta a Domenica IN, sbarca anche a Live-Non è la d’urso.

GIUSEPPE CONTE IN COLLEGAMENTO ANCHE A LIVE-NON E’ LA D’URSO

“Iniziamo col dire che non c’è nessuna preoccupazione per l’approvvigionamento alimentare. Non siamo di fronte a una carestia alimentare, non c’è motivo di pensare che ci possano essere dei problemi ma capisco la preoccupazione. Io ho detto dall’inizio in piena trasparenza che adotteremo e affronteremo tutto con il massimo rigore, con la massima precauzione” ha spiegato il premier in diretta a Live. Ha poi continuato analizzando tutte le misure che sono state prese nelle ultime ore.

Conte ribadisce che i controlli ci sono stati sempre e continuano. La d’Urso chiede spiegazioni su chi arrivava dalla Cina facendo scali tra Dubai e Francoforte: “Abbiamo subito fatto qualcosa, può essere che ci sia stata qualche falla nei giorni iniziali ma le posso assicurare che il controllo efficace è stato fatto sia a Malpensa che a Fiumicino”.

Abbiamo iniziato a fare i controlli quando solo due casi c’erano in Italia e ce lo hanno riconosciuto tutti” ha detto Conte. Il premier ribadisce che tutte le misure del decreto dureranno almeno per 14 giorni. Ci vuole del tempo per tracciare tutto. “Noi stiamo scoprendo tutti questi casi perchè stiamo facendo migliaia e migliaia di controlli, non ci risulta che altre nazioni abbiano fatto lo stesso numero di controlli” ha spiegato Conte.

Milano sarà blindata?” ha chiesto la conduttrice? Il Premier ha spiegato che le misure prese per un paese di 3000 abitanti non possono essere le stesse per una metropoli.

“L‘obiettivo della salute deve coinvolgere tutti” ha detto Conte rispondendo alla domanda della d’Urso che si chiede come mai Salvini vorrebbe le scuse. “Ieri ho cercato anche Salvini e non mi ha risposto, io lo conoscono, ci ho lavorato insieme e non mi sorprendono questi atteggiamenti” ha detto Conte.

Do la mia parola che non sprecherò un secondo per polemiche politiche, sarò sempre concentrato in modo vigile in contatto con i ministri per lavorare sempre per fare squadra con protezione civile, forze dell’ordine e autorità sanitarie” ha concluso Conte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.