Papa Francesco sulle messe con il popolo: “Per favore rispettiamo le prescrizioni per custodire la salute”


Da domani i fedeli potranno tornare in chiesa per le celebrazioni con il popolo e Papa Francesco si rivolge, nella sua omelia di oggi a tutti i cristiani che da domani torneranno nei luoghi di culto. Si va verso una nuova fase, la fase 2 anche per le celebrazioni, si va verso una sorta di ritorno alla normalità ma Papa Francesco invita tutti a essere prudenti e soprattutto a rispettare le regole.

Le parole di Papa Francesco il 17 maggio 2020: “In alcuni Paesi sono riprese le celebrazioni liturgiche con i fedeli; in altri se ne sta valutando la possibilità; in Italia, da domani si potrà celebrare la Santa Messa con il popolo. Ma per favore, andiamo avanti con le norme, le prescrizioni che ci danno, per custodire la salute di ognuno.”

LE PAROLE DI PAPA FRANCESCO PER I BAMBINI CHE NON FARANNO LA COMUNIONE

Un pensiero poi anche a tutti i bambini e le bambine che non potranno fare, almeno per il momento, la prima comunione:

Chiaramente, a causa della pandemia, questo bel momento di fede e di festa è stato rimandato. Perciò desidero inviare un pensiero affettuoso ai bambini e alle bambine che avrebbero dovuto ricevere per la prima volta l’Eucaristia. Carissimi, vi invito a vivere questo tempo di attesa come opportunità per prepararvi meglio: pregando, leggendo il libro di catechismo per approfondire la conoscenza di Gesù, crescendo nella bontà e nel servizio agli altri. Buon cammino!“.

Per il momento infatti le prime comunioni e le cresime non si potranno celebrare. Sono concessi i matrimoni con poche persone, i funerali con 15 persone e anche i battesimi.

E poi il saluto: “In questi tempi di pandemia nei quali siamo più consapevoli dell’importanza della cura della nostra casa comune, auguro che tutta la riflessione e l’impegno comune aiuti a creare e fortificare atteggiamenti costruttivi per la cura del Creato.”

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close