Ottavo giorno di ricerche per il piccolo Gioele mentre si indaga sui 22 minuti di vuoto sulla strada di Viviana

Che cosa è successo nella testa di Viviana Parisi il 3 agosto 2020, il giorno in cui è uscita di casa dicendo che sarebbe andata al centro commerciale a comprare le scarpe al suo bambino? Lei e il piccolo Gioele scompaiono nel nulla proprio quel giorno. Il cadavere della donna è stato ritrovato sabato sera ma del piccolo, il bambino di 4 anni, nessuna traccia. Viviana è davvero uscita di casa con l’intento di andare a comprare le scarpe a suo figlio? Questa è la sola versione che abbiamo, data dal marito della donna. Ha mentito la dj, che aveva altri piani in mente, oppure a non dire tutto a chi indaga è il marito? Una cosa è certa: Viviana quel giorno al centro commerciale non ci arriverà mai. E farà una strada ben diversa, una strada che la condurrà alla morte.

Sono 22 i minuti in cui a Viviana potrebbe essere capitato di tutto: minacce? Un incontro indesiderato? Qualcosa è andato storto? In quei 22 minuti ha portato Gioele da qualche parte?

Saranno le forze dell’ordine a mettere in ordine i tasselli di questo giallo di metà agosto che lascia tutti sgomenti.

VIVIANA E I 22 MINUTI SENZA RISPOSTE: DOVE ERA GIOELE IN QUEI MOMENTI?

Ma ripercorriamo il percorso che Viviana ha fatto il 3 agosto. Esce di casa per andare al centro commerciale, dovrebbe impiegarci circa 15 minuti ma non ci arriva. Dal casello di Milazzo, l’Opel Corsa percorre l’autostrada Messina-Palermo fino all’uscita di Sant’Agata di Militello: 78,5 chilometri, percorribili in 40-50 minuti. Sembra evidente che Viviana non abbia intenzione di andare al centro commerciale come avrebbe detto al marito.

Alle 10,30 il varco registra l’ingresso dell’auto (con “mancato pagamento” e scattando una foto della sola targa), mentre nel portaoggetti verrà ritrovato un biglietto di uscita, sempre dal casello di Sant’Agata, con l’orario delle 10,52. Per gli inquirenti questi «ventidue minuti di buco» devono essere analizzati in ogni dettaglio. Il procuratore di Patti, Angelo Cavallo ha spiegato che è fondamentale capire che cosa è successo a Viviana in quel lasso di tempo. Ha visto qualcuno? Gioele era con lei? Ha incontrato qualcuno che potrebbe averla minacciata? Ha lasciato il suo bambino?

GIOELE SCOMPARSO NEL NULLA IL 3 AGOSTO 2020: DOV’E’ IL BAMBINO?

Il padre di Viviana non ha dubbi: crede che sua figlia sia stata uccisa ma spera ancora di poter trovare il piccolo Gioele. “Lo troverò vivo” avrebbe detto a Repubblica poche ore fa.

La domanda principale che gli inquirenti si pongono, anche per cercare di capire dove cercare il piccolo, è: Gioele era ancora in auto nell’ultimo tragitto di 14 chilometri dal casello alla galleria dell’incidente e dunque al luogo dov’è stato trovato il corpo della madre?

Dopo due giorni di ricerca nello stesso bosco in cui è stato ritrovato il cadavere di Viviana, non ci sono tracce del piccolo. Che fine ha fatto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.