Il sindaco della Maddalena via social: “Nel resort Santo Stefano 24 positivi, 19 tra il personale”

Sono ore concitate quelle che si vivono in Sardegna, alla Maddalena, dove c’è attesa per i risultati dei tamponi fatti alle 470 persone nel resort Santo Stefano. Ieri si era parlato di 21 positivi, numeri che però in serata erano stati smentiti. Oggi a fare chiarezza ci pensa il sindaco della Maddalena, Luca Carlo Montella che presenta i dati. Al momento sono stati effettuati i tamponi a tutti gli ospiti del resort e a tutte le persone che lavorano nella struttura. Il risultato di questa operazione, quando mancano 24 tamponi da analizzare, è di 24 persone positive. Il sindaco spiega anche che di queste 24 persone, 19 fanno parte del personale della struttura.

Ricordiamo che l’allarme era partito nel resort, da un caso di positività rintracciato proprio in una persona che lavorava nella struttura, un pianista, ricoverato al momento in ospedale a Sassari. Il fatto che ci siano 19 persone positive tra i contagiati, fa pensare che nelle prossime ore, molti altri ospiti della struttura potrebbero essere rintracciati e tamponati.

RESORT SANTO STEFANO ULTIME NOTIZIE: LA SITUAZIONE AL 20 AGOSTO 2020

Fa chiarezza quindi il sindaco della Maddalena sui social che tre ore fa, ha dato nuove informazioni via social:

IMPORTANTE
Per dovere vengo ad informarvi che, in attesa che vengano processati gli ultimi 24 tamponi (per i quali è sorto un problema tecnico) il numero dei positivi della struttura di Santo Stefano sale a 24, 19 dei quali fanno parte del personale. Ci stiamo attivando per individuare quali siano quelli residenti sul territorio e quali no. Stiamo anche attivando tutte le procedure rimesse alla competenza comunale. In attesa di conoscere le indicazioni ed i protocolli che detterà la autorità sanitaria, cui è rimesso il compito di disegnarne il percorso ed il tracciamento dei contatti stretti, faccio invito a tutti ad intensificare la osservanza delle norme comportamentali di prudenza, distanziamento ed igiene. Niente panico. Sarete contattati e seguiranno altre informazioni. Altra norma logica di prudenza insegna, per il bene di tutti, l’evitare, mediante autoisolamento, contatti ulteriori, anche in famiglia. Forza, insieme ce la si fa. Non sarete soli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.