Giga Gratis studenti per la didattica a distanza: gli operatori che non consumano i giga

bambino al pc

Giga Gratis per gli studenti che hanno Tim, Vodafone e WindTre. Il traffico dati necessario per la didattica a distanza sarà completamente gratuito, così come era stato richiesto dal Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ai tre principali gestori. Tim, Vodafone e WindTre hanno dunque accolto la richiesta mettendo a punto una serie di soluzioni per agevolare gli studenti che si trovano a seguire le lezioni da remoto.

Giga Gratis studenti: WindTre parte dal 23 novembre, Vodafone già domani

WindTre ha già reso noto, tramite il suo ufficio stampa, che metterà a disposizione i giga gratis studenti già a partire dalla prossima settimana. Vodafone partirà invece già domani mentre Tim attualmente non ha ancora reso nota la data. Una manovra necessaria in un momento in cui i ragazzi hanno bisogno di molto traffico dati per seguire le lezioni on line invece che in presenza a scuola. E il Ministro Lucia Azzolina si è detta soddisfatta per l’appello raccolto dai principali gestori di telefonia mobile in Italia: “Quando si affronta un’emergenza come quella che stiamo vivendo serve davvero il sostegno di tutti. Da marzo ad oggi lo Stato ha già investito oltre 400 milioni per il digitale a scuola. Iniziative come questa rafforzano l’impegno per supportare studentesse e studenti. Ringrazio chi ha aderito al progetto“.

Dello stesso parare il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, Paola Pisano: “Grazie alle società di telecomunicazioni per aver risposto prontamente e positivamente all’invito rivolto loro dal Governo. Siamo chiamati ad affrontare sfide complesse come formare i nostri giovani con la didattica a distanza. Il modo più efficace per farlo, ha aggiunto, e anche quello più etico è di creare progetti di solidarietà in cui pubblico e privato mettono insieme le loro energie per l’interesse della collettività“.

Giga Gratis studenti, un aiuto concreto

Le studentesse e gli studenti potranno quindi seguire le lezioni online senza consumare il traffico dati dei loro abbonamenti ai telefoni cellulari e questa per loro rappresenta, senza alcun dubbio un’ottima notizia. D’altronde per seguire le lezioni davanti al computer bambini e ragazzi dovranno avere a disposizione un notevole traffico dati. Poter fare la DAD sapendo di non intaccare il traffico dei propri dispostivi telefonici è un ottimo punto di partenza. Le piattaforme di didattica a distanza saranno insomma escluse dal consumo di traffico previsto negli abbonamenti con grande sollievo da parte dei giovani che, si sa, bazzicano spesso su internet e i social consumando Giga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.