Vaccino Covid Pfizer dove si farà in Italia: la distribuzione regione per regione

vaccino Pfizer Covid

E’ quasi tutto pronto, dunque, per le prime somministrazioni del vaccino Pfizer contro il Covid 19: l’Italia partirà con le prime dosi il 27 dicembre e seguirà un calendario particolare con alcune categorie(per esempio il personale ospedaliero) che verranno per prime immunizzate contro il virus che da mesi ormai sta tenendo sotto scacco il mondo intero. Ovviamente la domanda che tutti si pongono in questo momento, in attesa della partenza è una: dove si andrà a fare il vaccino? Come saprete c’è bisogno di spazi per la conservazione e c’è bisogno anche di spazio per farlo ( oltre che di medici). Ogni regione ha quindi individuato ospedali e presidi dove il vaccino si farà.

Ecco regione per regione cosa accadrà con la distribuzione del vaccino contro il Coronavirus: quante cioè saranno le dosi disponibili ogni centomila abitanti. 

Vaccino Covid Pfizer: quando si comincia

Le prime dosi saranno somministrate dal 27 dicembre, secondo quanto emerso da una riunione tra il ministro della Salute Roberto Speranza e il Commissario straordinario all’emergenza Domenico Arcuri. Il piano vaccini prevede una prima fase di distribuzione per un totale di 1,83 milioni di dosi. Non tutte le regioni, ovviamente, avranno a disposizione lo stesso numero di vaccini anti Coronavirus.

Vaccino Covid Pfizer: la distribuzione regione per regione

La distribuzione è stata già decisa, eccola di seguito:

Abruzzo: 7 punti di somministrazione, per un totale di 1960 dosi per centomila abitanti

Basilicata: 5 punti di somministrazione, per un totale di 3499 dosi per centomila abitanti

Calabria: 6 punti di somministrazione, per un totale di 2757 dosi per centomila abitanti

Campania: 27 punti di somministrazione, per un totale di 2351 dosi per centomila abitanti

Emilia Romagna: 13 punti di somministrazione, per un totale di 4097 dosi per centomila abitanti

Friuli Venezia Giulia: 5 punti di somministrazione, per un totale di 4140 dosi per centomila abitanti

Lazio: 20 punti di somministrazione, per un totale di 3063 dosi per centomila abitanti

Liguria: 15 punti di somministrazione, per un totale di 3905 dosi per centomila abitanti

Lombardia: 65 punti di somministrazione, per un totale di 3019 dosi per centomila abitanti

Marche: 7 punti di somministrazione, per un totale di 2491 dosi per centomila abitanti

Piemonte: 28 punti di somministrazione, per un totale di 3939 dosi per centomila abitanti

Puglia:11 punti di somministrazione, per un totale di 2363 dosi per centomila abitanti

Sardegna: 12 punti di somministrazione, per un totale di2073 dosi per centomila abitanti

Sicilia: 36 punti di somministrazione, per un totale di 2569 dosi per centomila abitanti

Toscana: 12 punti di somministrazione, per un totale di 3124 dosi per centomila abitanti

Trentino Alto Adige: 10 punti di somministrazione, per un totale di 4315 dosi per centomila abitanti

Umbria: 4 punti di somministrazione, per un totale di 1853 dosi per centomila abitanti

Valle d’Aosta: 2 punti di somministrazione, per un totale di 2663 dosi per centomila abitanti.

Veneto: 7 punti di somministrazione, per un totale di 3352 dosi per centomila abitanti


Saranno 294 in totale i punti in tutta Italia in cui verranno somministrate le prime dosi di vaccino della Pfizer. Tra questi solo 222 (che diventeranno 289 dal 7 gennaio) sono però dotati di celle ‘Ult’ (Ultra-low temperature) per la conservazione delle dosi a bassissime temperature.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.