Restrizioni Pasqua 2021: Speranza vuole tutta Italia in zona rossa

Restrizioni Pasqua 2021: Italia zona rossa

Una nuova stretta sull’Italia in vista di Pasqua 2021: la zona rossa imperversa e con essa i divieti di spostamenti, se non per questione di lavoro, salute o urgenza. A spiegare che si va verso una Pasqua 2021 in zona rossa per tutta l’Italia, senza nessuna differenza, è il ministro Speranza. Una storia rivista lo scorso dicembre quando il Governo Conte, in vista delle festività natalizie, impose regole rigide per evitare pranzi e cene in famiglia. I mesi sono passati, è arrivata la Pasqua ma la situazione è rimasta la stessa. Tante le restrizioni dal 3 al 5 aprile, proprio per evitare assembramenti e di conseguenza una pericolosa impennata del numero dei contagi. Cosa aspetterà gli italiani per le festività pasquali? Ecco quali sono le restrizioni principali che il Governo sta mettendo a punto proprio in queste ore, dopo che il Comitato Scientifico nei giorni scorsi, si era espresso in modo preoccupato sull’attuale situazione legata al Coronavirus.

Restrizioni Pasqua 2021: tutta Italia in zona rossa

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, si è espresso in merito a quelle che saranno le principali misure anti contagio proposte (e che ancora non sono ufficiali ma potranno diventarlo a breve): “Nei giorni 3, 4 e 5 aprile, per le festività di Pasqua disponiamo di una zona rossa di carattere nazionale, naturalmente eccetto le regioni in zona bianca“. Al momento, ricordiamo che la sola regione in zona bianca è la Sardegna. Nei giorni di festa, dunque, le misure restrittive si faranno ancora più rigide proprio per evitare spostamenti pericolosi e riunioni di famiglia. Nel frattempo però Roberto Speranza ha parlato anche di campagna vaccinale che dovrà necessariamente continuare a spron battuto per ottenere buoni risultati e un abbassamento dei contagi che per il momento non c’è: “In Italia tutti i vaccini utilizzati sono efficaci e sicuri. Il vaccino è l’arma fondamentale che abbiamo per superare questa fase. Negli ultimi due giorni abbiamo somministrato circa 200 mila dosi ogni 24 ore”.

Restrizioni Pasqua 2021: Italia in lockdown?

L’ipotesi più concreta in vista di Pasqua 2021 ( ricordiamo che il 3 sarebbe il sabato, il 4 domenica di Pasqua e il 5 Pasquetta), dunque, è quella di un lockdown generalizzato con divieto di spostamento se non con autocertificazione e uno dei tre motivi che ormai ben conosciamo (salute, lavoro, urgenza). Tutto chiuso, per evitare che la situazione possa capitolare nei giorni di festa, quelli in cui gli italiani sono soliti uscire e riunirsi con amici e parenti. Resta sottinteso che nei giorni considerati da bollino rosso, quindi quelli dal 3 al 5 aprile, restano rigorosamente vietati gli spostamenti tra le regioni che erano stati inizialmente bloccati fino a fine marzo. Il Governo Draghi ha deciso per un prolungamento, per evitare – anche in questo caso – fughe da una regione all’altra.

Non solo chiusure ma anche l’invito a non incontrarsi come è successo a Natale, scelte errate di cui si continuano a pagare le conseguenze a mesi di distanza. Niente pranzi, niente cene, nessuna reunion familiare. E’ un invito che si continua a fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.