Restrizioni dopo Pasqua 2021: cosa cambia, le ipotesi

Restrizioni dopo Pasqua 2021: cosa cambia, le ipotesi

Il 6 aprile, all’indomani della Pasquetta, scadrà l’ultimo decreto varato da Draghi e con esso le restrizioni previste per le festività di inizio aprile. Ma da quella data in poi cosa dovranno aspettarsi gli italiani? Resta inteso che la divisione in fasce sarà una costante: zona bianca (dove per adesso è finita solo la Sardegna, retrocessa però dopo poche settimane in arancione), gialla, arancione e rossa a seconda del numero dei contagi e dell’indice Rt. Qualcosa però potrebbe cambiare in quanto a restrizioni e a farlo presente è stato proprio Mario Draghi in occasione delle comunicazioni al Senato in vista del Consiglio Ue. Ecco allora cosa potrebbe cambiare dal 6 aprile in poi.

Restrizioni dopo Pasqua 2021: riapre la scuola?

Noi stiamo guardando attentamente i dati sui contagi, ma insomma se la situazione epidemiologica lo consentirà la scuola aprirà in primis, anche nelle zone rosse“, queste le parole di Mario Draghi su uno degli argomenti più scottanti di tutta questa fase di pandemia.

Di recente anche il Ministro delle Pari Opportunità, Elena Bonetti, era peraltro intervenuta auspicando una riapertura delle scuole a breve. Si partirà da quelle primarie e dell’infanzia, garantendo dunque ai più piccoli la possibilità della lezione in presenza. Poi si passerà alle scuole medie e superiori, magari alternando lezioni in presenza alla didattica a distanza.

Restrizioni dopo Pasqua 2021: cosa cambia per gli spostamenti

Gli spostamenti potrebbero essere un altro degli argomenti su cui il Governo potrebbe intervenire con un nuovo decreto. Il ministro dell’Economia Daniele Franco ha dichiarato in merito: “Pensiamo che dopo la Pasqua la situazione migliorerà gradualmente e poi ci muoveremo con gradualità verso una situazione più normale a maggio e giugno: questo grazie alla disponibilità dei vaccini e all’aiuto che arriva dalla stagione più calda“. Insomma si potrebbe sperare in un allentamento delle restrizioni attualmente in vigore sugli spostamenti anche se sembra che il passaggio da una regione all’altra potrebbe rimanere vietato ancora per un po’.

E’ ancora presto insomma per conoscere quelle che saranno le nuove restrizioni a partire dal periodo successivo alla Pasqua ma nei prossimi giorni Mario Draghi e il suo staff si riuniranno per capire, alla luce degli ultimi bollettini sui contagi, quelle che dovranno essere le nuove misure da mettere in pratica per contrastare il diffondersi di questa terza ondata di Coronavirus che ormai sta imperversando da qualche settimana.

Al momento non c’è niente di concreto, aspettiamo di sapere cosa accadrà con maggiori dettagli e informazioni certe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.