Coprifuoco ultime notizie: fino a quando sarà in vigore? News e ipotesi

Coprifuoco ultime notizie: possibili soluzioni dopo il nuovo decreto

In attesa del nuovo decreto del 24 maggio 2021 (la cabina di regia si riunirà oggi), cerchiamo di mettere a fuoco quelle che potrebbero essere tutte le possibili soluzioni sul coprifuoco che tanto ha fatto discutere negli ultimi tempi, soprattutto dopo l’ultima conferma, da parte del Governo Draghi, del divieto di uscire di casa dalle 22 alle 5 se non per motivi urgenti, di salute o lavoro e con autocertificazione.

Il coprifuoco potrà cessare con l’ultimo decreto? Difficile, soprattutto perché se è vero che la campagna vaccinale sta procedendo, è altrettanto vero che è necessario non abbassare la guardia per non incappare in brutte sorprese ovvero in una nuova impennata dei contagi che per il momento sembrano invece essere sotto controllo

Più probabile, dunque, che con il nuovo decreto il Governo Draghi possa optare per una soluzione diversa che consisterà magari in un allungamento del coprifuoco. Per il momento di ipotesi se ne stanno facendo tante: scopriamole insieme.

Coprifuoco ultime notizie: possibili soluzioni dopo il nuovo decreto del 24 maggio

L’obiettivo è uno: quello di eliminare il coprifuoco per luglio. Ma a quel traguardo occorrerà arrivarci per gradi. Ciò vuol dire che con il prossimo decreto il coprifuoco non sparirà del tutto ma verrà solo spostato in avanti per consentire agli italiani di stare fuori un po’ più tempo alla sera, specialmente nel caso di cena fuori. Dal 24 maggio 2021, allora, ci sarà la concreta possibilità (in attesa di conferma) di poter restare fuori fino alle 23. Dopo un paio di settimane addirittura, l’idea del Governo sarebbe quella di far slittare il coprifuoco alla mezzanotte. Insomma al massimo alla metà di giugno si dovrebbe arrivare a un coprifuoco slittato di un paio di ore rispetto a quello attuale che, lo ribadiamo, obbliga a rientrare in casa per le 22. Di concreto per il momento non c’è ancora niente, ma il Governo Draghi sembra intenzionato a seguire questa strada nonostante le pressioni di alcuni partiti che vorrebbero un allentamento già a partire dal prossimo 2 giugno. Ipotesi che per il momento non sembra avere molte probabilità di essere messa in pratica.

Proprio nei giorni scorsi, infatti, Mario Draghi ha ribadito davanti ai microfoni l’esigenza di procedere per gradi seguendo la curva dei contagi. E anche se ad oggi la situazione sembra essere molto migliorata rispetto a un mese fa, il presidente del Consiglio non vuole abbassare la guardia: coprifuoco alle 23 dunque a partire dal 24 maggio 2021, coprifuoco alla mezzanotte dopo un paio di settimane a partire dall’entrata in vigore del nuovo decreto. Ovviamente se i dati relativi ai contagi da Coronavirus non peggioreranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.