Vaccini anti Covid in farmacia, dove si possono fare? La situazione regione per regione

Vaccini anti Covid in farmacia, la situazione regione per regione

La possibilità di ricevere il vaccino anti Covid in farmacia non è concreta in tutte le regioni. Sono 2 quelle dove attualmente questo è possibile mentre alcune amministrazioni (per esempio quelle di Veneto e Piemonte) hanno firmato da tempo l’accordo regionale che recepisce quello nazionale e sono pronte a partire con il mese di giugno che è ormai alle porte. Le altre stanno lavorando per fornire a breve questo servizio ai cittadini.

La prima regione a essere partita con i vaccini anti Covid in farmacia è stata la Liguria che già a fine marzo dava questa possibilità (i vaccini però venivano somministrati da personale medico e non dai farmacisti direttamente). Col passare del tempo, però, l’elenco delle regioni in cui si potrà ricevere la dose di vaccino in farmacia si è fatto più nutrito. Scopriamo allora la situazione regione per regione, fermo restando che – già nelle prossime settimane – la situazione potrebbe cambiare.

Le regioni in cui è già possibile vaccinarsi in farmacia

A oggi, le regioni in cui è possibile farsi vaccinare contro il Covid nelle farmacia sono pochine. Come già accennato, la Liguria (prima regione a partire in questo senso) è una di queste. Alla Liguria si è aggiunta nei mesi la Valle d’Aosta: anche qui è possibile, previa prenotazione, ricevere il vaccino nelle farmacie delle regioni e questa decisione ha permesso una netta accelerazioni delle vaccinazioni in generale, come dichiarato da Alessandro Detragiache, presidente Federfarma Valle d’Aosta.

Le prossime regioni in cui si potrà ricevere il vaccino in farmacia da metà giugno

In Calabria, Campania, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Umbria e Veneto è tutto pronto. Dal 15 di giugno in queste regioni sarà possibile farsi vaccinare direttamente in farmacia. Sono molte, le farmacie che hanno aderito a questa proposta e dunque per i cittadini sarà più facile ricevere la prima dose del siero anti Covid: basterà recarsi nella farmacia di riferimento, ovviamente previa prenotazione. Abruzzo e Provincia autonoma di Bolzano stanno lavorando per fornire a breve la possibilità di vaccinazione in farmacia ma ancora serve tempo perché l’accordo sia ultimato. Le regioni non menzionate, ovvero Emilia Romagna, Molise, Campania, Puglia, Trentino, Basilicata, Sicilia e Sardegna sono decisamente indietro rispetto alle altre per quanto riguarda la possibilità di far effettuare il vaccino anti Covid direttamente nelle farmacie. Vedremo se qualcosa potrà sbloccarsi già nelle prossime settimane ma per il momento la situazione sembra andare a rilento.

Nel frattempo si cerca di capire se l’idea di Figliuolo di dare il via libera ai vaccini per gli over 18 dal 10 giugno sia fattibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.