Ritorno a scuola solo con il vaccino? Le ultime novità

Ritorno a scuola solo con il vaccino? Le ultime novità

La scuola è finita da pochissimo ma si pensa già al futuro ovvero al mese di settembre quando milioni di studenti torneranno in classe, dopo un’annata, quella appena trascorsa, davvero difficile.

La didattica a distanza che tanto ha spaventato docenti e genitori sembra per il momento poter essere abbandonata, anche se non del tutto. Ma ancora la situazione è da definire e sarà definita sicuramente nelle prossime settimane. Una voce però sta cominciando a circolare nelle ultime ore ed è quella che vorrebbe il ritorno a scuola solo da parte degli studenti vaccinati. Vaccino obbligatorio dunque per tornare a fare le lezioni in presenza, come ai vecchi tempi?

L’obiettivo dichiarato dal Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, è quello di abbandonare la dad per fare tornare tutti in classe, a qualsiasi età. Ma a quale prezzo? Ecco le ultime novità in proposito.

Ritorno a scuola solo con il vaccino? Le ultime novità

Quel che è certo è che l’utilizzo della mascherina e il mantenimento del distanziamento potrebbero continuare a essere una costante nel ritorno sui banchi di scuola da parte degli studenti. Ma la vera novità potrebbe riguardare le vaccinazioni che lo scorso anno, con la pandemia in pieno corso, ancora non erano effettive.

Adesso che lo sono, e che buona parte della popolazione ha ricevuto almeno la prima dose, il vaccino potrebbe essere considerato necessario per poter tornare in classe in tutta sicurezza. “Stiamo lavorando per aprire la scuola in presenza, senza se e senza ma“, ha detto il Ministro dell’Istruzione Bianchi lasciando intendere che ci sarà grande impegno, da parte del Governo, per fare in modo che bambini e ragazzi non siano più inchiodati a casa davanti al pc per la didattica a distanza. L’importanza della vaccinazione però non riguarderebbe solo gli studenti ma anche il personale scolastico con un primo importante problema da considerare: i 200mila addetti del personale scolastico ancora non vaccinati. Il Ministro dell’Istruzione sottolinea come a oggi i vaccini non siano obbligatori ma parla anche di solidarietà e di senso civico nei confronti della comunità.

Ritorno a scuola: gli studenti non vaccinati a casa?

Gli studenti non vaccinati dunque sarebbero costretti a stare nuovamente a casa? Una provocazione, per il momento, anche se alcuni, per esempio Raffaele Donini, assessore alla Sanità in Emilia-Romagna, ha ipotizzato nei giorni scorsi una soluzione simile. “Quarantene e dad per gli allievi non vaccinati“. Ma solo in caso di focolai nelle scuole, ha poi aggiunto in un secondo momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.