Regioni e cambio colori: chi rischia la zona gialla dal 29 novembre 2021

Cambio colori: chi rischia la zona gialla dal 29 novembre

Non cambia nulla questa settimana per la nostra Italia che resta ancora con tutte le regioni a bassissimo rischio. Ma la prossima settimana potrebbe vedere il ritorno di alcune regioni in zona gialla ( e se di dati dovessero peggiorare non si può escludere persino la zona arancione). Per il momento, stando all’ultimo monitoraggio, sono due le regioni e una provincia autonoma a rischiare di passare dal bianco al giallo a partire dal prossimo 29 novembre 2021. Qualora i dati legati ai contagi da Covid dovessero aumentare, infatti, il Governo ha già annunciato una stretta per evitare che la situazione precipiti. Il monitoraggio di questo venerdì lascerà le cose invariate: tutta Italia resterà bianca, anche se la curva dei contagi sta risalendo e si guarda ad alcune regioni con un po’ di preoccupazione.

Qualora la situazione dovesse peggiorare si correrà insomma ai ripari con il passaggio delle regioni più a rischio alla zona gialla che prevederà maggiori restrizioni. Insomma sarà una settimana delicata, molto di quello che accadrà sarà ovviamente legato ai numeri. Ma quali saranno le regioni e le province autonome che potrebbero diventare gialle già a partire dalla fine di questo mese?

Cambio colori: 3 regioni a rischio zona gialla dal 29 novembre

Qualora i numeri legati ai contagi continueranno ad aumentare, Marche, Friuli Venezia Giulia e provincia autonoma di Bolzano saranno le prime ad abbandonare il bianco e tornare al giallo, con restrizioni quindi maggiori. I numeri qui sono in aumento e anche se attualmente le Terapie Intensive stanno reggendo bene, si guarda con preoccupazione al futuro anche alla luce del fatto che la brutta stagione è arrivata e con essa anche la maggiore probabilità di contrarre virus e malattie varie.

Insomma si aspetta con una certa ansia il prossimo monitoraggio per capire se effettivamente una stretta sulle regioni e le province autonome a rischio potrebbe rivelarsi la mossa più saggia. E c’è anche lo spauracchio della zona arancione in vista del Natale, ma adesso è presto per pensarci anche se dal Governo sta già trapelando questa ipotesi.

Rischio giallo: numeri di Friuli, Marche e provincia di Bolzano

Nella provincia di Bolzano la saturazione delle terapie intensive è attualmente al 9%, mentre è al 14,2% per i posti ordinari. Qui l’incidenza è di 407 positivi ogni centomila abitanti a settimana. Nelle Marche si registrano 112 casi ogni centomila abitanti, poco sotto il 10% l’occupazione delle terapie intensive. E anche in Friuli Venezia Giulia i numeri sono abbastanza alti: la regione si trova già al 14% per i posti occupati in terapia intensiva, ma è salva perché l’area medica è poco al di sotto del limite. L’incidenza è da zona rossa con 288 casi ogni centomila abitanti.

Insomma si aspetterà di vedere se in questa settimana le cose miglioreranno. Altrimenti provincia di Bolzano, Friuli Venezia Giulia e Marche passeranno in giallo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.