Piera Maggio dopo l’archiviazione: “Chi ha rapito Denise sappia che non finirà mai”

E’ un commento molto forte quello che Piera Maggio affida ai social dopo la decisione del GIP di Marsala di archiviare la nuova indagine sul sequestro di Denise Pipitone inizia in primavera. La procura di Marsala aveva fatto richiesta di Archiviazione mentre Giacomo Frazzitta e il team che assiste la famiglia di Denise, aveva presentato opposizione, che non è stata accolta. Si chiude quindi questa pagina, almeno dal punto investigativo ma per la famiglia di Denise, questa è solo una delle tante battute d’arresto, non un arrivo, non una fine. Perchè si va avanti. Dopo 17 anni si continua a cercare Denise, una bambina che non può essere sparita nel nulla. E che sia stata rapita, sembra essere una certezza per la famiglia della piccola, che oggi in realtà è una ragazza di 20 anni. Come detto in precedenza, mamma Piera, affida il suo sconforto ai social. Sperava forse in un altro finale ma si va avanti, perchè chi ha rapito e sequestrato la bambina, prima o poi dovrà pagare.

Piera Maggio: “Chi ha rapito Denise sappia che non finirà mai”

Con questo messaggio Piera Maggio e Piero Pulizzi commentano la decisione di non procedere e archiviare l’indagine per il sequestro di Denise Pipitone ( e archiviare quindi la posizione di Anna Corona e Giuseppe della Chiave): “Chi ha rapito Denise deve sapere che non finirà mai, e che presto o tardi scopriremo la verità. Denise, da 17anni, viene rapita ogni giorno…“. In questi lunghi mesi, anche le persone che erano state iscritte nel registro degli indagati, avevano fatto sentire la loro voce. Tante le intercettazioni che però, almeno secondo il GIP, non aggiungono nulla alle indagini fatte in passato e non sono utili per procedere contro due persone che risultano non coinvolte in questa storia. Anna Corona, in una delle poche interviste concesse per la tv ( ai giornalisti di Quarto Grado) aveva ribadito la sua voglia di cercare la verità, per la sua famiglia, per Denise, per avere una vita più serena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.