C’è un arresto per l’omicidio di Carmela Fabozzi la pensionata di Malnate

Da Varese le ultime notizie sulla morte di Carmela Fabozzi: è stata uccisa da un conoscente con un vaso di fiori
pensionata uccisa malnate

Arriva la svolta in un caso che aveva destato parecchia attenzione nel mese di luglio. Un mese fa, Carmela Fabozzi era stata uccisa nella sua casa di Malnate. Oggi c’è un arresto per la pensionata di 73 anni uccisa nella sua abitazione nei dintorni di Varese. La donna era stata uccisa lo scorso 22 luglio. I carabinieri hanno arrestato un 66enne della zona, pluripregiudicato noto per furti e truffe, anche ad anziani. Sin dal primo momento le forze dell’ordine avevano concentrato la loro attenzione intorno alle persone che la donna conosceva, ritenendo che la pensionata avesse fatto entrare in casa sua l’assassino e a quanto pare non sbagliavano. L’uomo, che è stato fermato con l’accusa di omicidio è un 66enne che prestava opera di volontariato presso un’associazione locale, a cui la pensionata si era rivolta mesi fa per alcuni servizi.

C’è un arresto per l’omicidio di Carmela Fabozzi

Il giorno dell’omicidio l’uomo indagato era stato visto da due vicini di casa a mezzogiorno, a ridosso dell’ora in cui è stato collocato il delitto. La Fabozzi abitava in una vecchia corte, dove nessun movimento passa inosservato e così un vicino ha riferito ai carabinieri di aver notato il 66enne già in precedenza, alcuni mesi prima. I vicini facevano anche attenzione ai movimenti perchè avevano paura che potesse succedere qualcosa visto che la signora aveva una strana abitudine, si fidava molto della gente tanto da lasciare spesso la porta aperta, senza chiuderla a chiave.

Anche il Ris di Parma ha lavorato sul caso, arrivando a delle conclusioni. Si pensa che l’uomo abbia ucciso la pensionata usando un pesante vaso di fiori di vetro blu; su questo oggetto sono state trovate otto impronte digitali del sospettato, nella zona interna. Le analisi del Gps sull’auto del 66enne hanno consentito ai carabinieri e alla Procura di collocarlo con precisione al momento del delitto: aveva parcheggiato il veicolo sotto la scala che portava al ballatoio dove viveva la Fabozzi. Non è ancora chiaro il movente ma l’uomo, dopo aver ucciso la pensionata, ha lasciato Varese ed è partito per le sue vacanze al mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.