Travolti due giovani in bici a Ferrara: 17enne muore in strada, l’amico lotta in ospedale

Le ultime notizie da Ferrara dove ieri sera c'è stato un incidente mortale: un ragazzo in bici di 17 anni è stato travolto e ucciso da un'auto, l'amico grave in ospedale
incidente ferrara bici

Ancora sangue sulle strade del nostro paese, questa volta siamo a Ferrara, i fatti nella tarda serata del 30 novembre 0222. Un’auto ha travolto mercoledì sera due giovani mentre erano in bici: un ragazzo di 17 anni è morto, l’altro è rimasto ferito in modo grave e trasportato all’ospedale di Cona.

La dinamica dell’incidente, avvenuto nella tarda serata di ieri, è ancora tutta da chiarire. Dalle prime ricostruzioni, una sola certezza: la macchina che ha investito i due ciclisti non si è fermata a prestare soccorso. Sulla vicenda sono ora in corso le indagini da parte della polizia locale, che si sta occupando dei rilievi e di individuare il fuggitivo. Secondo le notizie che trapelano questa mattina, l’investitore sarebbe tornato in un secondo momento sul posto ( una notizia che le forze dell’ordine dovranno però confermare).

Incidente a Ferrara: travolti due ragazzi in bici, muore un 17enne

L’incidente mortale intorno alle 22 di ieri sera, in via Pomposa, non lontano dall’abitato di Codrea. All’altezza dell’azienda Pasquali due ragazzi stavano andando in bicicletta. Stanno pedalando nel buio dello stradone che porta fino al mare. Mentre i ragazzi vanno per la loro strada arriva un veicolo, probabilmente ad alta velocità, che li travolge. Una delle bici viene scaraventata nella scarpata a bordo strada, in mezzo alla vegetazione, oltre il guard rail. L’altra rimane sull’asfalto, accartocciata. Purtroppo per uno dei due ragazzi, non c’è nulla da fare. La sua vita è finita su quell’asfalto nero.

E’ stato un passante a notare quanto era accaduto e ha subito chiesto l’intervento del personale medico e delle forze dell’ordine. Subito si presentano sul posto i carabinieri, seguiti a ruota da polizia locale, personale del 118 e vigili del fuoco. Purtroppo all’arrivo dei soccorsi, per uno dei due ragazzi, non c’era già nulla da fare. Per il secondo partono le manovre di soccorso sul posto. Dopo essere stato stabilizzato, viene trasportato all’ospedale di Cona, dove ora combatte la sua battaglia più importante. Le sue condizioni sono ancora molto gravi ma potrebbe farcela, questa è la speranza di tutti.

Una giornata di sangue sulle strade ieri. Nel pomeriggio, era stato travolto e ucciso da un camion, il ciclista Davide Rebellin che si stava allenando con la sua bici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.