Il mistero avvolge la morte di Paolo Calissano: sparito 1 milione di euro, tradito da un amico

Questione di soldi dietro la morte di Paolo Calissano: scomparso un milione di euro, indagato il suo amico e tutore
tutore paolo calissano indagato

I familiari di Paolo Calissano cercano la verità su quello che è successo negli ultimi mesi di vita dell’attore, sui motivi che potrebbero averlo spinto a togliersi la vita con un mix di farmaci antidepressivi ( e non con la droga come si era ipotizzato in un primo momento). E purtroppo quello che è emerso dalle indagini è molto grave e avvolge questa storia in un nuovo alone di mistero. Ci sarebbero i soldi dietro alla morte di Paolo Calissano. Soldi che l’attore aveva messo da parte nel corso della sua carriera. Lentamente questi soldi, sarebbero spariti. Si parla di almeno un milione di euro. Coinvolto in questa vicenda, sarebbe il suo amico e avvocato, Matteo Minna. Se ne parla da ieri in tv, sui giornali, dopo che sono arrivate alla stampa alcune informazioni sul lavoro che la guardia di Finanza ha fatto in questi mesi.

La Procura di Genova indaga su cinque casi in tutto, ciascuno dei quali scaturirebbe dal reato di circonvenzione d’incapace. Paolo Calissano (ma anche le altre, presunte vittime che sarebbero altre 4) si sarebbero trovate in una posizione di assoluta debolezza rispetto a Minna, tutore, legale, amico affezionato dell’attore così come degli altri. 

Le accuse contro l’avvocato e amico di Paolo Calissano sono forti: Minna avrebbe effettuato una lunga serie di prelievi sul conto corrente dell’attore, prelievi documentati ora dai finanzieri di Genova per la Procura. Minna, assistito dai suoi difensori Maurizio Mascia ed Enrico Scopesi, sarà ascoltato a breve dai magistrati. Nell’inchiesta è ipotizzato anche il reato di peculato.

Il mistero sulla morte di Paolo Calissano

Tutto si era complicato per Paolo Calissano nel 2005, quando era incappato in una condanna per cessione di sostanze stupefacenti nei confronti della ballerina Ana Lucia Bandeira Bezerra, morta in seguito a overdose nel suo appartamento. E’ in quella fase che la famiglia di Paolo Calissano decide di nominare Minna come tutore del suo patrimonio. E si arriva al dicembre del 2021, quando dal conto di Paolo Calissano, mancherebbe oltre un milione di euro. L’attore, stando a quanto emerso, ben poco si interessava del denaro avendo massima fiducia nel suo tutore. Era impegnato nei suoi progetti, aveva scritto delle serie e sperava che qualcuno accettasse di produrle.

L’ipotesi è che Paolo Calissano possa aver scoperto tutto nel mese di dicembre e possa aver deciso, tradito da una delle persone a lui più care, di arrivare a un gesto estremo.

Roberto Calissano, fratello dell’attore aveva spiegato proprio poche ore fa al Corriere della sera che Paolo era morto per un mix di farmaci. Ha scelto di morire perchè deluso, amareggiato, tradito?

Roberto Calissano, dopo aver appreso di questa inchiesta, si è detto fiducioso e spera di avere il prima possibile maggiori certezze e risposte sulla morte di suo fratello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.