Coronavirus ultime notizie: continuano i contagi, i morti sono 26

coronavirus contagi

Non accenna a placarsi il coronavirus, il virus che arriva dalla Cina e sta provocando allarmismo a livello mondiale. Continuano ad aumentare i contagi di questo virus che arriva dalla Cina. La cosa preoccupante è che un’altra vittima a registrata al di fuori dell’area di massimo rischio, ovvero la città di Wuhan. Si tratta di una persona morta praticamente al confine con la Russia, nella regione di Heilongjiang. Sale dunque a 26 il bilancio totale delle vittime di questo virus su cui si continua a indagare per comprendere come arginarlo. Intanto il contagio arriva anche vicino Pechino, a Hebei. Per fare in modo che non si allarghi a macchia d’olio, per dieci città è stato previsto il blocco dei trasporti. Scopriamo quindi cosa sta succedendo e se è previsto un allarme mondiale in riferimento al coronavirus.

Coronavirus, moltissimi contagi: si costruisce un ospedale a Wuhan

Le notizie che arrivano dalla Cina sono preoccupanti. Il numero di contagi sale di ora in ora e al momento è arrivato a più di 800 casi. Dalla Commissione sanitaria nazionale arrivano anche notizie relative ai casi sospetti, che attualmente sono più di mille.

Per far fronte all’emergenza coronavirus e alla crescita dei contagi, a Wuhan, molte persone sono all’opera per realizzare un centro ospedaliero in sei giorni. All’epoca della Sars, in una settimana, a Pechino fu costruito un ospedale per accogliere le persone rimaste contagiate. Dunque anche in questo caso si vuole fare la stessa cosa, mettendo su un ospedale che possa accogliere circa mille persone.

Città bloccate per arginare il virus cinese: studentessa veneziana bloccata a Wuhan

Per cercare di limitare il fenomeno il più possibile, la città di Wuhan è stata messa in quarantena. Non è possibile entrare e uscire così da non creare un’epidemia. Tra le persone confinate in città c’è anche un’italiana. Si tratta di una ragazza di 24 anni, una studentessa, che ha raccontato di essere rinchiusa nel college presso cui studia. Qui ha a disposizione tutto ciò che serve per l’autodiagnosi e per prevenire il propagarsi del virus. Intanto Disneyland Shangai, sempre al fine di garantire la salute, sarà chiusa a partire dalla giornata di domani.

Il virus arriva dai pipistrelli

Il coronavirus, che sta provocando moltissimi contagi soprattutto in Cina, sembrerebbe provenire dai pipistrelli e appartenere alla stessa famiglia della Sars. A dirlo è lo scienziato David Robertson, dell’Università di Glasgow, in Scozia. Su Nature ha dichiarato che il coronavirus è correlato ai virus che circolano proprio tra i pipistrelli. Esclude invece che possa esserci un coinvolgimento dei serpenti, come invece era stato ipotizzato nelle scorse ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.