Riforma Pensioni ultime notizie, Damiano contro Renzi: uno scippo a danno dei lavoratori

news pensioni

Continua la lotta a distanza tra Cesare Damiano e Matteo Renzi con il Presidente della Commissione Lavoro alla Camera che tuona contro il Governo, colpevole di nicchiare ancora di fronte all’esigenza di una Riforma Pensioni urgente. La situazione è ormai al limite e il motivo è anche facilmente comprensibile: da troppi mesi ormai il Governo sta cercando di aggirare il problema relativo ai lavoratori precoci che attendono da prima dell’estate di conoscere il loro futuro.

E allora, in una situazione di stasi perenne, ecco che Cesare Damiano prova a scuotere qualcosa con una dichiarazione che, se anche non avrà li effetti sortiti, ovvero quelli di mettere il Governo Renzi spalle al muro, di sicuro infiamma la cronaca. Il Presidente della Commissione Lavoro alla Camera, messo di fronte all’ennesimo tentativo del premier di posticipare la questione relativa ai lavoratori precoci, parla di suicidio e di scippo del Governo a danno dei cittadini lavoratori. Ecco tutti gli aggiornamenti e le ultime notizie sulla Riforma Pensioni, al 14 settembre 2015.

Rinviare la questione della flessibilità in Legge di Stabilità è una scelta sbagliata e non lungimirante, qualcosa di molto simile ad un suicidio politico e uno scippo nei confronti di quanti attendono di conoscere il loro destino. Ma il Presidente della Commissione alla Camera non è il solo che sbotta contro il non operato del Governo Renzi. Rincara la dose Anna Maria Furlan della CISL che sottolinea di come una modifica della Legge Fornero sia necessaria e determinante perché a 67 anni non si può continuare a lavorare su impalcature e gru, né un insegnante può più essere in grado di occuparsi a scuola di 30 bambini. Abbiamo il 40% dei giovani che non trovano lavoro e quindi è necessaria una flessibilità in uscita. Non possiamo costringere la gente a lavorare fino a tarda età.

RIFORMA PENSIONI, RENZI CONTRO DAMIANO, IL BRACCIO DI FERRO CONTINUA

Insomma l’atmosfera si fa tesa e nel mezzo ci sono i lavoratori precoci che ancora si trovano costretti a lavorare dopo molti anni di contributi accumulati perché l’alternativa è quella di andare in pensione anticipata con molti meno soldi di quelli che spetterebbero loro…

2 responses to “Riforma Pensioni ultime notizie, Damiano contro Renzi: uno scippo a danno dei lavoratori

  1. Almeno nella Scuola come in altri settori pubblici si potrebbe creare più mobilità intetcompartimentale. Perché in Belgio um docente va a fare il Preside e poi ritorna a fare il docente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.