Pensioni quota 100 ultime notizie: spunta l’ipotesi di quota 102, ecco come funziona


pensioni quota 100 quota 102

Pensioni quota 100 ultime notizie: spunta l’ipotesi di quota 102, ma come funziona? La quota 100 continua a non convincere del tutto, soprattutto alcune forze politiche. Sebbene sia rimasta invariata, e dovrebbe rimanere così fino al 31 dicembre 2021, data di scadenza della sperimentazione, una nuova ipotesi avanza. Parliamo della quota 102 che andrebbe a modificare i requisiti della quota 100. Per andare in pensione con quest’ultima, i requisiti minimi sono 62 anni di età e 38 anni di contributi. Con la quota 102 le cose cambierebbero e si potrebbe andare in pensione a 64 anni con 38 anni di contributi versati. I tecnici del Governo giallorosso sarebbero dunque al lavoro per studiare tale ipotesi che consentirebbe un bel risparmio per le casse dello stato, con un costo annuale stimato pari a 2,5 miliardi di euro.

Pensioni quota 100: arriva la quota 102 a modificare la misura?

Al momento non ci sono certezze circa la modifica di quota 100 in quota 102 e si tratta solo di ipotesi. Certo è che una soluzione del genere andrebbe anche ad ammorbidire lo scalone che altrimenti si creerebbe dal 2022. Infatti, rimanendo invariati i requisiti per uscire con la quota 100 fino alla fine del 2021, chi li raggiungerebbe non prima del 2022 dovrebbe aspettare anche cinque anni per andare in pensione. Un’ingiustizia per i futuri pensionati che porterebbe inevitabilmente al loro malcontento.

Per quanto riguarda i costi, bisogna specificare che la quota 100 ha ricevuto molte meno adesioni rispetto a quelle stimate. Il Governo precedente, composto da Lega e Movimento 5 Stelle, aveva stimato 350 mila uscite nel 2019 con un costo di 8,8 miliardi di euro. Le uscite reali sono state però “solo” 120 mila e dunque il costo va a dimezzarsi. Con la quota 102 andrebbe a ridursi ulteriormente consentendo di recuperare risorse da investire in qualcos’altro.

Il Movimento 5 Stelle ha però più volte tranquillizzato i cittadini sul fatto che la quota 100 non si tocca. Farà un passo indietro?

Tutte le modifiche per il dopo quota 100: come sarà la prossima riforma delle pensioni?

Intanto il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Nunzia Catalfo aveva già annunciato che nel 2020 sarebbero partiti i lavori per una nuova riforma delle pensioni. L’obiettivo ultimo è garantire flessibilità in uscita e superare la Legge Fornero. Tutto questo servirà sia a dare vita a una riforma strutturale del sistema pensionistico italiano che ad ammorbidire lo scalone successivo alla quota 100. I sindacati hanno già avanzato diverse proposte, relative soprattutto a categorie svantaggiate come le donne. Non ci resta che attendere ulteriori mosse del Governo per scoprire cosa succederà.

Leggi altri articoli di Economia

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close