Terremoto Giappone, annullati Mondiali di pattinaggio Tokyo

La federazione Internazionale di Pattinaggio (Isu), oggi ha annullato il programmato Mondiale di pattinaggio artistico su ghiaccio, che si sarebbe dovuto svolgere a Tokyo dal 21 al 27 marzo. Una decisione del tutto legittima e onesta da parte della federazione vista la tragedia che ha colpito venerdì scorso il Giappone e che man mano che il tempo passa, assume proporzioni gigantesche. La situazione infatti, a tre giorni dal sisma, non si è ancora stabilizzata, anzi tende a peggiorare per le conseguenze del terremoto.

Dopo il terremoto, infatti, il Giappone ha subito uno tsunami che ha travolto tutto al suo passaggio, poi l’eruzione di un vulcano e adesso si ritrova alle prese con la minaccia di una catastrofe nucleare. Senza contare le numerose scosse di assestamento anche di grande intensità che continuano a sconvolgere un paese ormai all’estremo.

Morte e distruzione hanno toccato questo paese che naturalmente sta pensando a problemi molto più gravi di una competizione sportiva. Allo stesso tempo sta ricevendo solidarietà da tutto il mondo sportivo, oltre che dello spettacolo e politico. La mobilitazione è unanime, come lo sono le manifestazioni di solidarietà da parte di tutto il mondo.

L’annullamento della competizione è più che legittimo e sicuramente un atto di rispetto verso un popolo che sta attraverso la tragedia più grande dalla fine della seconda guerra mondiale. Ci saranno altre gare, altri momenti gioiosi, adesso per i giapponesi è il momento del dolore e del rispetto.

Teresa Corrado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.