Torneo Wimbledon, sale ancora il montepremi


Sembra che il torneo di Wimbledon non conosca crisi e nemmeno sperperi. Nonostante il periodo di crisi economica che sta sconvolgendo l’intero sistema economico mondiale il torneo inglese aumenta il proprio montepremi. L’aumento è relativo a +6,5% che i finalisti si divideranno in parti uguali. Infatti, a differenza dei tanti tornei che si disputano in giro per il mondo, Wimbledon è uno dei rari esempi di uguaglianza in fatto di sesso. I montepremi del torneo femminile e quelli del torneo maschili sono praticamente identici.

Il montepremi totale ammonta a 16,5 milioni di euro che sicuramente spingeranno all’iscrizione non solo i grandi campioni del circuito, ma chiunque può avere anche una piccola chance di arrivare almeno in finale. Dicasi lo stesso per gli incontri. Il montepremi è pur sempre un incentivo maggiore per essere sicuri di assistere a match di alto livello, come è da tradizione di Wimbledon.

I due vincitori del Grande Slam, il terzo major stagionale per eccellenza sull’erba, quest’anno intascheranno ben 1,25 milioni di euro. Un assegno di tutto rispetto per uno sport che a livello di sponsor e guadagni, non arriva sicuramente agli alti livelli del calcio.


Quest’anno il torneo si giocherà dal 20 giugno al 3 luglio, sugli splendidi campi inglesi che hanno visto l’avvicendarsi dei più grandi tennisti mondiali. Qui potranno incontrarsi i tennisti che, nei mesi precedenti avranno infiammato le terre rosse di Roma e Parigi, passando per gli altri tornei minori, ma tutti alla ricerca della top ten mondiale. Chi riuscirà ad aggiudicarsi il sostanzioso assegno inglese? Tutti i pronostici sono rinviati a fine giugno.

Teresa Corrado


  • Tag

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close