Prima pagina Gazzetta dello sport, calciomercato Inter: ne parla Ibrahimovic

C’è il faccione di Zlatan Ibrahimovic sulla prima pagina de La Gazzetta dello sport di oggi 15 agosto 2011. Il rossonero si scatena e parla un pò di tutto: dal calciomercato dell’Inter, alle sue aspettative per questa stagione, a quello che il Milan rappresenta per lui. Non si può di certo dire che ieri sia stato Ibra l’eroe della serata nella gara che il Milan ha giocato contro il Malmoe ma si sa, quando lo svedese ha qualcosa da dire tutti sono pronti ad ascoltarlo. Ecco quindi che arrivano frecciatine alla sua vecchia squadra e grandi auspici invece per quello che si può fare con la maglia rossonera. Ma vediamo la prima pagina della Gazzetta.

Gazzetta dello sport 15 agosto

 

Prima pagina La Gazzetta dello sport, 15 agosto 2011

Si scatena Ibra e parla di tutto: in primis del calciomercato dell’Inter la sua vecchia squadra. Quando gli viene chiesto cosa ne pensa della vicenda che vede protagonista Samuel Eto’o risponde senza indugi che se fosse successo a lui non avrebbe accettato la proposta di un club come quello russo. Sarebbe rimasto sicuramente al Milan. Chi perde, secondo Zlatan, in tutta questa storia è l’Inter che si priva di un giocatore di grande qualità.

Poi parla della stagione passata e di come fosse stressato. Ora invece è un uomo più sereno e in questo lo hanno aiutato molto anche il ct Allegri  e i suoi compagni. E poi parla anche del calciomercato del Milan: per essere competitivi mancano un paio di rinforzi e poi la squadra è al completo.

E intanto il Milan batte ai rigori il Malmoe ma Ibra in quella che avrebbe dovuto essere la sua serata non brilla.

 

Filomena Procopio

 

Leggi anche:

Prima pagina Tuttosport, calciomercato Juventus: si va a caccia di due esterni

Milan batte Malmoe ai rigori: video e highlights

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.