Ossa ritrovate nella Nunziatura ultime notizie: lo scheletro sarebbe di una donna


Potrebbero davvero essere di Mirella Gregori e di Emanuela Orlandi le ossa ritrovate nel palazzo della Nunziatura di Roma? Non c’è una prova concreta che lasci pensare al fatto che le ossa possano essere di Emanuela e di Mirella eppure, quando la notizia è stata diffusa, non c’è stata una sola persona che non abbia fatto questo collegamento. Un edificio che appartiene al Vaticano, a pochi passi dalla casa in cui Mirella e la sua famiglia vivevano più di 30 anni fa, non molto lontano dal luogo in cui Emanuela è stata vista per l’ultima volta. Eppure la storia di quelle ossa potrebbe essere la storia di altre decine e decine di persone. Ma l’immaginario collettivo ha portato subito a una assocazione che è da brividi. I familiari di Emanuela e di Mirella, sperano che quelle ossa siano davvero delle due ragazze scomparse nel 1983. Sarebbe la fine di un lungo incubo, finalmente potrebbero avere un luogo in cui andare a portare un fiore, potrebbero dare degna sepoltura a due ragazzine morte senza un apparente perchè. Poi ci sarebbe la continua ricerca della verità. Ma per il momento, tutto questo, resta nel campo delle ipotesi. Secondo le ultime indiscrezioni, sembrerebbe che lo scheletro ritrovato possa essere di una donna. Ma gli esami saranno ancora lunghi e ci vorrà del tempo per capire qualcosa in più.

Si andrà per gradi: si cercherà prima di capire a che periodo risale il decesso, l’età delle persone morte e di che natura sia stata la morte. Poi si potrà procedere, qualora lo si ritenesse opportuno, alla comparazione del dna tra i resti e le famiglie Orlandi e Gregori. E se non si trovasse nulla si andrà ancora avanti perchè quelle ossa devono raccontare una storia.

LE PAROLE DELLA MADRE DI EMANUELA ORLANDI DOPO IL RITROVAMENTO DELLE OSSA

“Ho pensato al fatto che c’è gente che ha fatto una cosa bruttissima a tutti noi.

Emanuela da quel giorno non la abbiamo più vista. In questi anni siamo stati sostenuti da una grande fede. Spero che un giorno si possa far tornare il suo corpo a casa”. Lo dice Maria Orlandi, mamma di Emanuela, dopo il ritrovamento di ossa, su cui sono in corso accertamenti, durante lavori di ristrutturazione di una dependance della Nunziatura apostolica a Roma.

Anche la sorella di Mirella Gregori, che nelle ultime ore ha concesso diverse interviste, si è detta speranzosa: “Vorrei che quelle ossa fossero di mia sorella per mettere un punto e avere finalmente giustizia e verità su questa storia“. La sorella di Mirella ha anche raccontato di essere rimasta molto colpita dal luogo del ritrovamento. Nel corso della diretta di Chi l’ha visto ha spiegato che lei e sua sorella frequentavano all’epoca un cinema non molto distante dalla via in cui si trova la Nunziatura. Inoltre il palazzo, da quella che era nel 1983 la loro casa, dista meno di 10 minuti a piedi.

I luoghi sono stati evidenziati anche nella mappa che vedete all’inizio del nostro articolo, elaborata dai giornalisti di Chi l’ha visto che da sempre seguono questa vicenda. Siamo davvero vicini a una svolta?

Leggi altri articoli di Persone Scomparse

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close