Simona Bimbi scomparsa da Palaia: l’appello del suo ex marito a Chi l’ha visto


Torna a casa, io e le bimbe ti aspettiamo” è questo l’appello del marito di Simona Bimbi, lanciato dal sito di Chi l’ha visto. La donna è scomparsa da Palaia, Pisa, il 18 agosto 2020. Non vive più con suo marito, dal quale è  separata, ma è stato proprio l’uomo a lanciare un appello per il programma di Rai 3, sperando che Simona possa in qualche modo ascoltarlo, e tornare a casa. Sono passati tre giorni da quando è uscita di casa senza lasciare tracce e la preoccupazione che le possa essere successo qualcosa, è tanta.

SIMONA BIMBI SCOMPARSA DA PALAIA: L’APPELLO DEI FAMILIARI A CHI L’HA VISTO

Simona Bimbi, madre di due figli, vive a Palaia (Pisa). Il 18 agosto è uscita alle 8;45 con la sua auto, una Hyundai i10 bianca targata FE075LJ. Aveva appuntamento con una amica, ma non si è presentata e non è tornata a casa. Da allora non ha più dato sue notizie. Anche la Prefettura di Pisa ha lanciato un appello: chiunque abbia visto lei o la sua auto è invitato a contattare il Comando Carabinieri di San Miniato al numero 0571/444400. Qualsiasi segnalazione in questo momento potrebbe essere utile. Sia della macchina che di altro. E’ importante trovare una traccia di Simona, per capire cosa abbia fatto in questi tre giorni.

Simona ha i capelli ricci biondi, una corporatura robusta ed è alta circa 1,60. Fa la maestra d’asilo e secondo quello che hanno raccontato parenti e amici alle forze dell’ordine, non avrebbe nessun motivo per allontanarsi da casa. Ha gli occhi azzurri, dovrebbe indossare una maglia chiara, sicuramente scarpe da ginnastica “New Balance” rosa chiaro, un orologio con cinturino di gomma rosso, un bracciale di “Pandora” con i ciondoli e un altro braccialetto, una collana con un lungo ciondolo che rappresenta l’albero della vita; ha con sé una borsa chiara con disegnate delle farfalle rosa.

Chi la conosce dice che era stata provata dalla separazione del marito ed era anche stata turbata dalla chiusura dell’asilo a causa del coronavirus ma che in questi giorni, proprio in vista della riapertura, aveva trovato il giusto entusiasmo. Non avrebbe quindi avuto nessun motivo valido per uscire di casa e non farci più ritorno.

Per il momento gli investigatori hanno due tracce da seguire: la prima è quella di una telecamera che riprende la donna in una località non lontana da casa; la seconda è invece il segnale di un ripetitore della Tim che aggancia il suo telefonino sempre in provincia di Pisa. Al momento però, non ci sono notizie e novità sul caso.

Leggi altri articoli di Persone Scomparse

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close