Auto travolge pedoni a New York: c’è un morto, non è un attentato

Terrore pochi minuti fa a New York, in pieno centro, quando una macchina a grande velocità è arrivata in Times Square e ha travolta decine di persone come se fossero dei birilli. Attimi di terrore perchè dal primo momento si è pensato potesse essere un attentato. Al momento il bilancio è di una vittima ma ci sono più di 19 feriti. I media americani informano che non si sarebbe trattato di un attentato ma solo di un incidente stradale. La persona al volante che è stata fermata dagli agenti degli Stati Uniti, è stata fermata, non sembra essere in pericolo di vita. Secondo le notizie riportare dai media americani, si tratterebbe di un uomo che era stato precedentemente fermato per guida in stato di ebbrezza. Pare che l’uomo al volante, che in questo momento è in custodia, fosse sotto effetto di stupefacenti. La polizia continua a escludere la pista terroristica. Secondo il racconto dei testimoni, l’uomo sarebbe arrivato a grande velocità al centro della piazza travolgendo le persone, andava contromano. E’ chiaro che, visti gli ultimi attentati europei in questo stile, si sia pensato immediatamente agli attentati ma anche l’FBI al momento esclude che si possa trattare di un attentato di matrice terroristica. L’incidente è avvenuto due ore fa ma solo in questi minuti la notizia è stata diffusa anche per dare il tempo necessario alla polizia per contattare i parenti delle persone rimaste coinvolte, in particolare la famiglia della persona uccisa. La foto della macchina infilzata a Times Square ha comunque fatto subito il giro del mondo, come immaginerete, via social media. 

AUTO TRAVOLGE PERSONE A NEW YORK: LE ULTIME NOTIZIE DEL 18 MAGGIO 2017

Stando ai media locali, la persona alla guida della macchina arrivata in grande velocità a Times Square,  si chiamerebbe Richard Rojas, 26 anni, residente nel Bronx. Le immagini dell’arresto dell’uomo avrebbero permesso anche il suo riconoscimento. Come detto in precedenza il nome di questa persona era già presente negli schedari della polizia americana per reati precedenti. 

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è stato informato “della situazione a Times Square e continuerà a ricevere aggiornamenti”. E’ quanto riferisce su Twitter il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer. Tra qualche minuto, prima delle 20 ore italiana, dovrebbe parlare anche il sindaco di New York per fornire maggiori dettagli e spiegare quanto accaduto oggi a New York. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.