Benno Neumair si dice sollevato dal ritrovamento del corpo di suo padre

Di ieri la notizia: sarebbe di Peter Neumair il cadavere ritrovato nelle acque del fiume Adige. A confermarlo anche la figlia Madè. Sono passati 4 mesi dal giorno dell’omicidio di Peter e Laura e il cadavere del padre di Benno era in avanzato stato di decomposizione ma c’erano degli oggetti che hanno fatto subito capire che si trattava di Peter. Nelle prossime ore anche l’esame del dna per dare l’ufficialità. Poche ore fa Benno Neumair dal carcere avrebbe commentato la notizia del ritrovamento del cadavere di suo padre, dicendosi “sollevato”. Il cadavere di Laura Perselli, gettato a quanto pare nello stesso punto, era stato ritrovato circa un mese dopo l’omicidio. Ma di Peter nessuna traccia, fino a ieri, quando finalmente il suo corpo è stato ritrovato e adesso Madè potrà seppellire uno di fianco all’altro i suoi amati genitori.

Le prime parole di Benno Neumair dopo il ritrovamento del cadavere di suo padre

“Nella tragedia, finalmente una bella notizia. Ho vissuto mesi di angoscia, ora sì, sono sollevato” avrebbe detto Benno in carcere. Lo riferisce l’avvocato Flavio Moccia all’Adnkronos. Il trentenne, che il 4 gennaio ha ucciso sua madre e suo padre in casa, ha commentato così la notizia: “Sono stati mesi difficili, non capivo come non fosse stato ancora trovato . Ora mi auguro che attraverso l’indagine cadaverica siano confermate le circostanze sulle modalità che ho già espresso. Nella tragedia, almeno, un fattore positivo”.

Il ritrovamento del cadavere di Peter è fondamentale anche per le indagini, per capire se il racconto fatto da Benno corrisponde realmente a quello che è accaduto nell’abitazione di Bolzano dove il pomeriggio del 4 gennaio 2021, il giovane ha ucciso prima suo padre e poi sua madre.

Tanti commentatori inconsulti hanno anche ipotizzato addirittura che ci fosse una ulteriore menzogna del mio assistito anche su questa particolarità. Per noi, dunque, finalmente un po’ di sollievo contro queste prospettive davvero ingiuste e scorrette”, ha detto all’Adnkronos l’avvocato Moccia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.