Un pazzo al comune di Milano, Federico Clapis (video)

Eccolo il caso del giorno: “Un pazzo si candida al Comune” è il video che sta spopolando su “YouTube”.

“Sono Federico Clapis, ho 23 anni e sono candidato al consiglio comunale di Milano per le elezioni del 15 Maggio. Siamo qui a casa mia per un tet a tets (sic, ndr)” Questo è l’esordio dell’ esilarante quanto mai singolare discorso di candidatura, tramite cui lo stravagante candidato si presenta, in mutande, sul divano di casa sua.

Un pazzo al Comune di Milano? Si potrebbe dire che ce ne sono tanti già adesso, ma è la prima volta che qualcuno si dichiara pazzo esplicitamente in campagna elettorale. Federico Clapis lo fa.

Nel video, lo vediamo ballare, in mutande, sul suo divano di casa. “Basta, non stiamo a prenderci per il culo. Io in questo momento non servo a un c…, come non serve a un c… nessun altro politico in questo momento. Sono tutti qui a prendervi in giro”, continua il politico in erba e boxer.

Ho deciso di intraprendere questa strada in maniera completamente diversa. Dichiaro di devolvere tutti e 5 gli anni di stipendio a ospedali italianinelmondo.it per costruire cinque ospedali. Ho già un accordo con la senatrice Barbara Contini. Non parliamo di programmi e queste cagate qui. Votate una persona, un mediante di un’opera benefica importante”, spiega Clapis, che poi comincia l’arringa finale, decisamente insolita.

“Io sono un artista, dipingo e recito. Politici italiani? Andate tutti a fanculo – spiega, iniziando un balletto – A proposito: sono candidato per il Nuovo Polo per Milano. Non è necessario barrarlo, potete fare quel c…. che volete”. E qui viene fuori il giallo, perché Manfredi Palmeri reagisce con forza alla notizia data da Affari: “Il “pazzo al comune di Milano” non risulta candidato in alcuna delle liste del Nuovo Polo per Milano. Si tratta o di uno scherzo di pessimo gusto o di un disegno precostituito, oppure ancora di una semplice “pazzia” come lo stesso titolo del video la qualifica – spiega Manfredi Palmeri – In ciascuno dei tre casi, siamo evidentemente costretti a chiedere a un legale di tutelare non solo e non tanto l’immagine, quanto la sostanza del nostro lavoro. È bene dire che questa tutela riguarda non solo il signor Clapis, ma anche tutti coloro che lo assoceranno al Nuovo Polo (e a me), con cui non ha in alcun modo nulla a che fare”.

Non c’è solo il video della candidatura, con protagonista Federico Clapis. C’è ne è anche altri, dove va in India per un progetto di solidarietà, oppure dove prende pasticche psichedeliche: “La volontà di alterazione delle percezioni porta la modifica di quelli che sono i punti di vista della realtà – spiega la didascalia – La creazione di un altro io, quasi prescindesse da noi, ci porta ad una visione più lucida della realtà”. Ma c’è anche un video dove durante un’intervista parte una bestemmia…”

Beh ragazzi se volete una scusa (come se poi ce ne fosse bisogno) per prendere meno sul serio questa politica e anche per sorridere un po’ (di questo invece ce ne sarebbe bisogno) allora guardate il video di Federico Clapis:

Giusy Cerminara

One response to “Un pazzo al comune di Milano, Federico Clapis (video)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.