Tatuaggio: la tendenza è quella di toglierli con il laser

 

Oggi come oggi il tatuaggio è diventato una vera e propria moda inarrestabile: piccolo, grande, i nomi del proprio partner, i simboli stilizzati, di tutto di più. Nell’internazionale Tatoo Expo, che si tiene a Roma, il docente universitario di Tor Vergata, fa il punto della situazione su questo fenomeno. Il 30% delle persone circa, però sembra averci ripensato, infatti, moltissimi ragazzi di circa 30 anni hanno dovuto ricorrere al laser per potersi inserire nel mondo del lavoro visto che la maggior parte dei lavori preclude il fatto di poter portare dei tatuaggi di qualsiasi genere. Però del 30% non troviamo solamente gli uomini, ci sono ovviamente anche le donne, nel loro caso, si cerca di eliminare la prova di un vecchio amore finito male, quindi si cerca di eliminare nomi, cuori che si trovano su diverse parti del corpo. In quale modo si possono rimuovere i tatuaggi?

Vengono rimossi con il laser che utilizza degli impulsi di energia molto forti, producendo in questo modo la fotodistruzione dei piccoli pigmenti del colore sulla pelle. Per poter avere la totale distruzione del tatuaggio non basterà una sola seduta, dipenderà molto ovviamente dalla misura ma ci vorranno almeno 3 o 4 sedute. Tra una seduta e l’altra non dovranno passare meno di 20 giorni per permettere alla pelle di poter respirare tra le varie sedute. Molti anni fa, il tatuaggio non era un semplice elemento estetico da mostrare agli amici, ma era un vero e proprio simbolo per moltissime civiltà antiche, un significato che purtroppo si è perso nel corso degli anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.