Come evitare le rapine: ecco i segnali utilizzati dagli zingari

Come evitare le rapine in casa? Spesso si sente parlare di furti nelle abitazioni, a volte effettuati dai cosiddetti zingari, ovvero persone di etnia rom. Ebbene, a quanto pare queste persone utilizzano dei segnali, scritti sui citofoni, che indicano ai loro complici se intervenire o meno in casa di una persona. Si tratta però di simboli convenzionali di cui fortunatamente possiamo venire a conoscenza. Vediamo che informazioni possono dare i simboli in questione sull’abitazione delle persone.

Questi segnali utilizzati dagli zingari per rapinare qualcuno, hanno innanzitutto l’obiettivo di indicare ai loro “colleghi” se una persona è spesso in casa o meno, quale sia l’orario in cui è possibile entrare in casa senza trovare nessuno (mattina, pomeriggio, notte), se la persona che ci vive appartiene alle forze dell’ordine, se l’abitazione può essere d’interesse o meno. Insomma, un vero e proprio codice con cui comunicare che però fortunatamente possiamo vedere anche noi.

I simboli generalmente vengono disegnati sul citofono, accanto al nome di coloro che abitano in un determinato appartamento, o sulle porte. Se trovate uno di questi simboli è bene che iniziate a preoccuparvi, perché ciò vuol dire che gli zingari hanno preso di mira la vostra casa e aspettano il momento propizio per entrare e portare via quanto più possibile.

L’idea di essere rapinati in casa non piace a nessuno, sia perché si possono perdere oggetti di valore, sia perché nessuno vorrebbe che persone estranee mettessero piede nella nostra abitazione toccando le nostre cose.

Ecco quindi di seguito un’immagine che mostra i segnali utilizzati dagli zingari per comunicare tra loro e segnalare se sia possibile fare una rapina in quella casa.

segnali zingari rapina casa

 

2 responses to “Come evitare le rapine: ecco i segnali utilizzati dagli zingari

  1. mi sembra una bufala che rafforza la fobia, la diffidenza e il pregiudizio verso le persone Rom o Sinti, come se quella che già c’è non bastasse!

    si veda quest’analisi: http://www.attivissimo.net/antibufala/zingari/segni.htm

    l’autore conclude dicendo:
    “In ultima analisi, quindi, questo appello è inutile e può avere la conseguenza di alimentare il razzismo e l’ansia. Diffonderlo è dunque sconsigliabile.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.