USA, due studentesse al college scoprono di essere sorelle

Dagli USA, arriva una notizia di speranza ed amore: due ragazze, studentesse nello stesso college, hanno scoperto di essere sorelle, figlie dello stesso donatore. Le ragazze si chiamano Mikayla Stern-Ellis – di 19 anni – ed Emily Nappi – di 18 – che, incontratesi per caso all’Università, hanno subito notato la somiglianza che le legava: fisionomia e gusti estremamente simili, hanno portato le due amiche statunitensi ad insospettirsi e a portare avanti una ricerca, che le ha presto condotte alla verità.
Entrambe con gusti simili nel vestirsi ed una passione sfrenata per il teatro, Mikayla ed Emily hanno scoperto ben presto di avere lo stesso padre biologico, da cui hanno preso il sorriso e, evidentemente, anche la capigliatura riccia e castana che le accomuna. Inizialmente, le ragazze pensavano di aver trovato l’una la migliore amica dell’altra, ma le somiglianze erano troppe per non lasciare sospettare che ci fosse dell’altro sotto e così è stato: entrambe le studentesse sono figlie di un donatore colombiano.

Conosciutesi alla Tulane University di New Orleans – in Louisiana, negli USA – le ragazze sono state aiutate dalla mamma di Mikayla, la signora Heidi, che ha aiutato le sorelle a ritrovarsi e a scoprire la verità su loro stesse: una volta rientrata per le vacanze invernali, infatti, Mikayla ha raccontato alla madre di una certa Emily, mostrando una sua foto e raccontandole delle sua nuova amica. Così, la donna ha notato l’incredibile somiglianza con la figlia e le ha chiesto di domandare ad Emily il codice del padre biologico riportato sui documenti; numero che si scoprì, infatti, identico.

Un filo invisibile collega chi è destinato a incontrarsi, al di là del tempo, dello spazio e delle circostanze“, scrive Mikayla sul suo profilo Facebook, dove mostra una foto che la ritrae insieme alla sorella Emily, appena trovata. “Il miglior regalo di compleanno“, come lei stessa lo definisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.