Vendono figlia per comprare iPhone e vestiti firmati

Una notizia scioccante arriva dalla Cina, dove dei genitori decidono di vendere la terza figlia per acquistare l’iPhone e dei vestiti firmati. Della serie, cosa non si farebbe per i figli? E invece, questa volta si direbbe proprio il contrario: cosa non si farebbe per avere l’ultimo cellulare alla moda o un vestito firmato? A dare la notizia è lo Shanghai Daily che ha riferito di una coppia adesso sotto processo per traffico di minoriSecondo la legge cinese, entrambi genitori, figli unici, dovrebbero avere al massimo due figli. E invece, lo scorso mese è arrivata la terza figlia. La soluzione sposata dai due, pertanto, era quella di darla in affidamento a una famiglia. Il padre della piccola innocente aveva pubblicato un annuncio in cui, invece, offriva la sua piccola in cambio di una cifra pari a 50.000 yuan (più di 5.000 euro). Così, a distanza di poco, ecco che viene fuori il primo acquirente che, pagando la somma richiesta, ha preso con sé la piccola. Padre e madre della bimba cinese venduta sono disoccupati e hanno delle difficoltà economiche nel mantenere gli altri due figli. Ma ciò che ha scaturito maggior polemica è stato proprio il fatto che i due coniugi invece di spendere quel denaro per dar da mangiare ai loro figli, hanno preferito investirlo in un iPhone e in abiti e scarpe firmate. Attualmente, il padre della bimba cinese ha giustificato il suo gesto per permettere alla figlia di avere un futuro migliore, e non per bisogno di soldi. La faccenda è alquanto delicata, soprattutto quando ci sono minori di mezzo. Non possiamo far altro che attendere il verdetto del giudice. Certo è inutile pure sottolineare la gravità del gesto qualora fosse vero che i due genitori della piccola abbiano preferito un iPhone a lei. Sappiamo tutti che per ogni genitore il proprio figlio ha un valore inestimabile.

One response to “Vendono figlia per comprare iPhone e vestiti firmati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.