Londra, professoressa radiata per aver fatto sesso con studente confessa: ora stiamo insieme


A Londra, una professoressa è stata radiata per aver fatto sesso con uno studente. La donna ora confessa: adesso stiamo insieme. A quanto pare era amore vero e non soltanto sesso tra i due. L’insegnante è stata accusata di aver fatto sesso con un alunno minorenne – aveva 17 anni all’epoca dei fatti – e per questo è stata radiata dalla scuola dove insegnava, a Londra. A distanza di tempo e polemiche, la professoressa ha scritto sulla sua pagina di Facebook che adesso sta insieme al giovane. Allontanata per sempre dal suo ruolo di educatrice, Eppie Sprung Dawson (in foto) perse il suo lavoro nel 2012, dopo essere stata sorpresa a fare sesso orale in macchina a un alunno di 17 anni.

L’episodio avvenne nel parcheggio antistante l’istituto. L’insegnante, all’epoca dei fatti era 27enne, venne allontanata dalla scuola e le fu impedito di proseguire l’insegnamento. Oggi, dopo 2 anni dall’accaduto, l’alunno è diventato maggiorenne: ora ha 19 anni ed è ufficialmente fidanzato con la sua insegnante. A rivelare l’amore è stata la professoressa, che su Facebook ha rivelato di essere impegnata in una relazione proprio con l’ex studente. La vicenda ricorda la trama di un film e in molti si dividono nel decifrare l’accaduto.

Londra, trovano un ragno nella busta delle banane: si tratta dell’esemplare più velenoso al mondo – LEGGI QUI


Accusata di aver fatto sesso con uno studente minorenne, di dieci anni più piccolo di lei, a distanza di due anni ha annunciato su Facebook che la loro relazione segreta è proseguita nel tempo e adesso che lui è diventato maggiorenne, è stata resa pubblica. A quanto pare l’amore non ha età e la vicenda continuerà a suscitare polemiche. È giusto quanto avvenuto e l’amore è il coronamento di una storia non capita dalla società e dalla legge oppure si tratta di un gesto sconsiderato? Voi che ne pensate?


Leggi altri articoli di Curiosità

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close