Annamaria Franzoni, la sua nuova vita dopo tanto dolore e il carcere (FOTO)

Dalle foto di Oggi.it Annamaria Franzoni nella sua vita di oggi dopo l'omicidio del figlio Samuele, dopo tanto dolore da Cogne

Tutti ricordano quel gennaio del 2002, l’omicidio di Cogne, Annamaria Franzoni accusata di aver ucciso suo figlio Samuele nel lettone. Oggi la mamma di Cogne, la donna che nessuno ha perdonato se non la sua famiglia, trascorre le sue giornate ai domiciliari e con quattro ore di libertà (foto). Da Oggi.it le foto di Annamaria Franzoni con il figlio Gioele mentre esce dal supermercato durante le sue ore di permesso, le 4 ore in cui può occuparsi della spesa, di accudire la famiglia, di provvedere alle sue esigenze, di andare a pregare sulla tomba di suo figlio Samuele. Per Franzoni dopo 6 anni di indagini e ter processi è stata giudicata colpevole.

Avrebbe ucciso suo figlio Samuele quella maledetta mattina del 30 gennaio. 30 anni in primo grado, 16 in Appello ridotti poi a 13 dall’indulto, confermati dalla Cassazione nel 2008, poi il carcere per 6 ani e un mese durante i quali ha beneficiato per un periodo di un lavoro esterno. Dal 2014 è agli arresti domiciliati da scontare a casa dove abita con il marito Stefano Lorenzi e i figli Davide di 21 e Gioele di 13 anni. Il più piccolo dei figli è nato un anno dopo la morte di Samuele. Ecco le foto di Annamaria Franzoni al supermercato con il figlio

Sondrio, ha ucciso il figlio di sette anni e ha lasciato un biglietto alla moglie – leggi qui

Non può tornare a Cogne, non può allontanarsi, non può tornare in quella casa che se ha visto tanto orrore avrà visto anche tanti giorni felici. Le foto esclusive di Oggi.it mostrano la donna in una delle azioni più normali per una mamma, si occupa della spesa, si occupa della sua famiglia che non l’ha mai abbandonata, che forse a prescindere dalla verità l’ha sempre amata e protetta. Tutto il dolore di questa drammatica storia è solo loro, è da ricordare di certo ogni giorno nonostante le ore di libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.